Il 'Via del Mare' da dentro

Lecce. L’associazione “Noi Lecce” organizza un tour nello stadio. Obiettivo: avvicinare i giovanissimi alla squadra

LECCE – Entrare nello stadio come in un museo. Conoscere da molto vicino l’impianto in cui la propria squadra del cuore disputa le proprie gare casalinghe. E’ l’iniziativa promossa dall’associazione “Noi Lecce” che permetterà oggi alle ore 15:30 ai giovanissimi tifosi del Lecce un tour d’eccezione nello stadio Via del Mare. Un’idea scaturita dalla volontà di voltare pagina dopo gli ultimi eventi che hanno visto protagonista la compagine giallorossa, sintomatici di un modo di intendere il calcio che necessita di immediati e profondi cambiamenti. “Noi Lecce”, sulla scia di altre esperienze intraprese soprattutto nel nord Europa e nell’ambito di un disegno a livello nazionale che vede coinvolti gli altri supporter trust, ha avviato un progetto finalizzato a riportare il tifoso al centro del calcio, rendendolo quanto più possibile protagonista e, quindi, partecipe delle sorti della propria squadra. Tali linee progettuali sono state pienamente condivise dall’attuale assetto proprietario dell’U.S. Lecce S.p.A. che ha accolto favorevolmente il programma. L’appuntamento, che è parte di un progetto più ampio che sarà illustrato a breve in tutti i suoi dettagli, vedrà coinvolti in particolar modo i bambini, a partire da quelli iscritti alla scuola “Virtus Club Caprarica Calcio”, i quali avranno l’opportunità di scoprire ogni angolo dello stadio leccese. Esponenti altamente qualificati approfondiranno con loro aspetti tecnici, comportamentali e giornalistici, in maniera da fornire ai piccoli protagonisti una visione d’insieme quanto più possibile completa e approfondita di quello che, nonostante tutto, resta per ciascun tifoso il gioco più bello del mondo. Al primo incontro, che sarà coordinato da Pierpaolo Sergio (addetto stampa Noi Lecce) e da Elio Donno (giornalista del Corriere dello Sport), parteciperanno Adolfo Starace (segretario generale dell’U.S. Lecce e addetto alla sicurezza nello stadio), Jeda (attaccante U.S. Lecce), Rossano Marchello (responsabile stewards), un delegato A.I.A. (Associazione Italiana Arbitri, sezione di Lecce), l’ex calciatore e membro del direttivo di Noi Lecce Paolo Baldieri ed un delegato di Salento Giallorosso.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment