Taviano, presto una ‘sala del regno’

Taviano. Sorgerà nella zona industriale un’area destinata al culto della Congregazione dei testimoni di Geova

Taviano. E’ recente la decisione della giunta tavianese di cedere un’area destinata a culto alla Congregazione Cristiana dei testimoni di Geova per la realizzazione di un edificio nella zona industriale del Comune. Alle polemiche che la decisione ha suscitato, il sindaco Carlo Portaccio risponde con dati alla mano e con i regolamenti che prevedono il dovere di garantire la dotazione di aree di legge a favore degli Enti religiosi riconosciuti (e la Congregazione dei Testimoni di Geova lo è). “La richiesta di uno spazio per la Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova è arrivata in Comune il 17 dicembre 2017 – spiega il consigliere comunale Aldo D’Argento – da parte del presidente della sezione Racale–Alliste, Associazione degli studenti biblici di Racale. L’Amministrazione ha esaminato la richiesta ed ha ritenuto doveroso e rispettoso dare una risposta ai tanti cittadini che professano una religione diversa da quella cattolica, considerato che la Congregazione dei testimoni di Geova è riconosciuta dallo Stato come confessione religiosa e che la Congregazione dei Testimoni di Geova è stata riconosciuta come ente morale , con personalità giuridica. Un’amministrazione – aggiunge – deve dare risposte o in negativo o in positivo a tutti i cittadini che inoltrano delle istanze, senza fare distinzione di sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche ed altro. Considerato inoltre che rientra tra le opere di urbanizzazione secondaria la realizzazione degli edifici per il culto, il Comune è tenuto a garantire la dotazione di aree di legge a favore degli Enti religiosi riconosciuti”. La domanda presentata dalla Congregazione dei Testimoni di Geova è stata dunque accettata e la delibera di Giunta del 25 novembre scorso ha chiesto agli uffici competenti dei Lavori pubblici e Assetto del territorio di verificare la disponibilità di aree pubbliche da destinare al culto dei testimoni di Geova anche con la possibilità di effettuare le varianti urbanistiche previste. Il 15 maggio scorso è stata individuata l’area idonea allo scopo; si tratta di un’area destinata a servizi nella zona per gli insediamenti produttivi (zona P.I.P. zona D.1.1 Industriale esistente ) con accesso da via del Mercato floricolo della superficie di circa 2mila metri quadrati. “La cessione dell’area – precisa D’Argento – viene concessa alla Congregazione con tutte le prescrizioni i vincoli e gli obblighi del caso. Ovvero dev’essere utilizzata esclusivamente per fini di culto per cui in caso di un diverso utilizzo dovrà ritornare nel patrimonio del Comune”. Il prezzo d’acquisto dell’area è pari a 50mila euro che entreranno nelle casse comunali e saranno investiti nel patrimonio culturale. La Congregazione dei testimoni di Geova ha inoltre manifestato al sindaco la volontà tramite di eseguire delle opere di manutenzione a titolo gratuito presso la struttura donata dai coniugi Rosilde Portaccio e Emilio Fasano al Comune di Taviano nei pressi del Mercato ortofrutticolo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment