Donare il midollo e salvare una vita. Admo premia una salentina

Gallipoli. A fronte degli oltre 15mila potenziali donatori pugliesi solo 68 lo hanno fatto. Stasera il “grazie” simbolico ad una giovane donatrice gallipolina

GALLIPOLI – Un gesto coraggioso e fondamentale per consentire di “moltiplicare” la vita. Un premio simbolico sarà consegnato alle 17 di oggi alla giovane donatrice gallipolina che a maggio scorso ha donato il proprio midollo osseo regalando una speranza di vita a chi ormai l’aveva persa. La cerimonia si terrà presso la sala consiliare del Comune di Gallipoli, alla presenza del sindaco Francesco Errico. A premiare la giovane sarà l'Admo (Associazione Donatori di Midollo Osseo) Regione Puglia, associazione di volontariato che opera in ambito sociosanitario con l’obiettivo di sensibilizzare alla donazione di midollo osseo il maggior numero di persone. Ad oggi i potenziali donatori pugliesi sono oltre 15mila, ma i reali donatori di midollo osseo e cellule staminali emopoietiche sono solo 68. Donare il midollo osseo è estremamente difficile a causa della poca compatibilità tra donatori e pazienti, ma quando accade, consente di salvare una vita umana. Spesso i destinatari della donazione sono bambini che hanno sviluppato una leucemia o neoplasie del sangue. E' quindi più che mai cruciale l'attività di informazione e sensibilizzazione che ADMO svolge sul territorio per far passare questi messaggi. Per maggiori informazioni: La segreteria Admo Regione Puglia Stefania Fioretti dal lun al ven dalle 09.00 alle 13.00 0805575748 – 327/1344010 Per contatti con la sezione provinciale: Francesco Giannuzzi 347/9711074

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!