14enne si lancia dal tetto. L’afferra un carabiniere

Tricase. Il militare è stato trascinato nella caduta. I due corpi sono finiti per terra sfondando una tettoia che ha attutito il colpo

TRICASE – Sembra non essere in pericolo di vita la 14enne che ieri mattina è precipitata dal tetto di un garage a Tricase. La ragazza è attualmente ricoverata in Rianimazione presso l’ospedale “Cardinale Panico” di Tricase. Quella di ieri a Tricase è stata una tragedia sfiorata. L’episodio avrebbe infatti potuto avere conseguenze decisamente più gravi se non fosse stato per l’intervento dei carabinieri. Poco prima delle ore 13, infatti, una telefonata ha messo in allarme la Centrale Operativa della Compagnia di Tricase segnalando la presenza di una ragazzina pericolosamente seduta sul muro di corona del tetto di un garage. In pochissimi istanti nel luogo indicato è giunta l’autoradio dell’Aliquota Radiomobile. Ad un’altezza di circa sei metri dal suolo, seduta sul bordo del tetto ed in evidente stato confusionale, si trovava una quattordicenne della provincia di Foggia ospite di una casa famiglia di Tricase. La ragazzina, ben nota ai militari per essersi allontanata già altre volte dalla struttura, era particolarmente agitata e minacciava propositi suicidi. Il capo equipaggio non ha perso tempo e, dopo aver richiesto, tramite il militare della Centrale Operativa, l’intervento di personale sanitario, si è arrampicato sul tetto del garage per stare vicino alla giovane e tranquillizzarla. Raggiunta la ragazzina il carabiniere ha iniziato a parlare con lei e le ha porto una bottiglia d’acqua, riuscendo a conquistare la fiducia della 14enne. In più modi ha tentato di convincerla a scendere dalla tettoia, utilizzando una scala, ma la ragazza ha sempre rifiutato dicendo di avere paura della scala. Poi all’improvviso si è lanciata nel vuoto. Il carabinieri l’ha afferrata e lei, di riflesso, ha stretto la mano del militare. Ciò non è servito tuttavia ad evitare che entrambi cadessero al suolo. La caduta è stata fortunatamente attutiva da una tettoia che si trovava in basso e che i due corpi hanno letteralmente sfondato. Sul posto è così giunta una seconda ambulanza che ha trasportato i due in ospedale.

tettoia sfondata Tricase

Il garage dove sono precipitati il militare e la ragazzina Il capo equipaggio ha riportato la frattura di tre costole ed è stato dimesso in giornata, mentre la sfortunata ragazzina, per le lesioni subite, è stata ricoverata in Rianimazione.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!