Ugento senza Commissioni. L’opposizione propone un odg

Ugento. Ad un anno dall’insediamento dell’Amministrazione e del Consiglio sono state istituite solo due delle quattro Commissioni consiliari

UGENTO – Ad un anno dall’insediamento della nuova Amministrazione e del nuovo Consiglio, ad Ugento sono state istituite solo due delle quattro Commissioni consiliari. Sono dunque ancora assenti la II Commissione Programmazione Economica, Bilancio, Finanze, Tributi, Patrimonio ed Attività Produttive, e la III Commissione Urbanistica, Assetto del Territorio, Piani della Circolazione Urbana, Lavori Pubblici, Ambiente. I consiglieri comunali di opposizione Giulio Lisi, Pasquale Molle, Gianfranco Coppola, Carlo Scarcia ed Angelo Minenna hanno pertanto inviato al presidente del Consiglio comunale Biagio Marchese una proposta congiunta di ordine del giorno relativa proprio all’istituzione delle due fondamentali Commissioni ancora non nominate. Ecco la proposta dei consiglieri di opposizione. Alla cortese attenzione del Presidente del Consiglio Comunale sig. Biagio MARCHESE SEDE Oggetto: richiesta di convocazione di Consiglio Comunale, ai sensi dell’art. 39 comma 2 TUEL D. Lgs. 267/00 e dello Statuto Comunale art. 25 comma 3. Ordine del Giorno “Istituzione Commissioni Consiliari Permanenti: II Commissione (Programmazione Economica, Bilancio, Finanze, Tributi, Patrimonio ed Attività Produttive); III Commissione (Urbanistica, Assetto del Territorio, Piani della Circolazione Urbana, Lavori Pubblici, Ambiente). Deliberazioni.” Ugento, lì 21 giugno ’12 Egregio Signore, noi sottoscritti Giulio Lisi, Pasquale Molle, Gianfranco Coppola, Carlo Scarcia ed Angelo Minenna nella nostra qualità di Consiglieri Comunali presso il Comune di Ugento, in merito a quanto esposto all’oggetto della presente CHIEDIAMO la convocazione di un Consiglio Comunale urgente, da tenersi in orario consono alle esigenze lavorative di ogni nostro concittadino. L’Ordine del Giorno da trattarsi è quello riportato all’oggetto della stessa. Di seguito l’Ordine del Giorno summenzionato e l’allegata relazione illustrativa. Fiduciosi di rapida discussione e benevolo accoglimento, cogliamo l’occasione per porgere Distinti Saluti. Giulio LISI Pasquale MOLLE Gianfranco COPPOLA Carlo SCARCIA Angelo MINENNA RELAZIONE ILLUSTRATIVA Le Commissioni Consiliari Permanenti sono un utile strumento di preventiva analisi e discussione degli argomenti da porre in esame delle sedute del Consiglio Comunale. Le funzioni essenziali delle Commissioni Consiliari sono, peraltro ribadite all’articolo 11 del Regolamento sul funzionamento del Consiglio Comunale. In sintesi, le Commissioni consentono a tutti i Consiglieri Comunali ed a tutti i gruppi consiliari di formulare proposte deliberative in seno al Consiglio stesso; di esprimere pareri non vincolanti su ogni Ordine del Giorno posto all’attenzione del Consiglio; di svolgere indagini conoscitive in ordine agli argomenti di rispettiva competenza e di formulare relazioni al Consiglio sui risultati delle stesse; in ultimo, di svolgere importanti funzioni di controllo sull’attività amministrativa in generale. Ad un anno di insediamento dell’attuale sindaco, della Giunta Comunale e del Consiglio stesso, alla data in cui scriviamo risultano poste in essere soltanto due delle quattro Commissioni previste dal vigente Statuto Comunale e dal Regolamento sul funzionamento del Consiglio Comunale. Risultano, infatti, non istituite la Seconda e la Terza Commissione Consiliare Permanente. Trattandosi di tematiche rilevanti per lo sviluppo e la crescita sostanziale del nostro territorio, delle categorie produttive, dei lavoratori e delle famiglie di Ugento, Gemini, Torre San Giovanni e marine, riteniamo che sia urgente ed ormai improrogabile l’immediata istituzione delle stesse. ORDINE DEL GIORNO: “Istituzione Commissioni Consiliari Permanenti: II Commissione (Programmazione Economica, Bilancio, Finanze, Tributi, Patrimonio ed Attività Produttive; III Commissione (Urbanistica, Assetto del Territorio, Piani della Circolazione Urbana, Lavori Pubblici, Ambiente). Deliberazioni.” “IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che: Ai sensi dell’art. 24 comma 1 del vigente Statuto Comunale, approvato con Delibera di Consiglio n° 12 del 25 03 2004 e s.m.i. , e in base a quanto contenuto e disposto dal Regolamento sul Funzionamento del Consiglio Comunale, approvato con Delibera di Consiglio n° 33 dell’8 luglio 2006 e s.m.i. , all’art. 10 comma 1 è riconosciuta la facoltà di istituire sino a 4 (quattro) commissioni consiliari permanenti. Le funzioni delle stesse vengono ribadite ed esplicitate all’art. 11 comma 1 del suddetto regolamento, che qui si riporta testualmente:” Le Commissioni consiliari permanenti hanno il compito: a) di formulare, in sede redigente, proposte di deliberazioni loro deferite dal Presidente dell’Assemblea consiliare di propria iniziativa o su richiesta del Sindaco o delle Commissioni stesse; b) di esprimere pareri non vincolanti su tutte le proposte di deliberazioni da sottoporre al Consiglio comunale, loro assegnate dal Sindaco o dal Presidente del Consiglio Comunale, se nominato. Il parere deve essere deliberato entro dieci giorni dalla data di assegnazione da parte del Sindaco o del Presidente del Consiglio. Tale termine può essere prorogato su richiesta della Commissione per non più di dieci giorni, tenuto conto della complessità dell’argomento. Trascorso il termine anzidetto, la proposta è trasmessa per l’esame all’assemblea. c) di svolgere, a richiesta del Sindaco o del Presidente del Consiglio Comunale, se nominato, ovvero di propria iniziativa, indagini conoscitive intese ad acquisire notizie, informazioni e documenti in ordine agli argomenti di rispettiva competenza e di presentare relazioni al Consiglio sull’esito delle stesse; d) di svolgere funzioni di controllo secondo le norme di regolamento.” Considerato che: all’atto d’insediamento dell’attuale Sindaco e del nuovo Consiglio Comunale si è proceduto esclusivamente all’insediamento e all’istituzione, con relativa nomina dei componenti Consiglieri Commissari, del Vice Presidente e del Presidente, della I Commissione Consiliare Permanente (affari Generali e istituzionali, personale, organizzazione degli uffici comunali, decentramento e partecipazione) e della medesima IV (problemi sociali, istruzione, attività culturali, ambiente, turismo, sport e spettacolo). Risultano, quindi, non istituite ben due Commissioni Consiliari Permanenti: la II (programmazione economica, bilancio, finanze, tributi, patrimonio e attività produttive) e la III (urbanistica, assetto del territorio, piani della circolazione urbana, lavori pubblici e ambiente). Tenuto conto dell’importanza che rivestono, per il tessuto economico, produttivo, lavorativo e per la crescita economica e sostanziale di ogni singolo cittadino di Ugento, Gemini, Torre San Giovanni e marine, gli argomenti che dovrebbero essere trattati presso le suddette Commissioni Consiliari Permanenti, ancora non formalmente istituite. Tutto quanto sopra premesso, considerato e tenuto in debito conto. Visti i pareri di regolarità tecnica e contabile, rilasciati ai sensi del T.U.E.L. D. Lgs. 267/2000 e lo Statuto Comunale. Visto lo Statuto Comunale ed il Regolamento sul Funzionamento del Consiglio Comunale. Acquisita la relazione illustrativa, a firma dei Consiglieri Comunali signori Giulio Lisi, Pasquale Molle, Gianfranco Coppola, Carlo Scarcia ed Angelo Minenna, e rendendola parte integrante del presente provvedimento. Uditi gli interventi del Sindaco e dei signori Consiglieri Comunali, allegati alla presente mediante resoconto stenotipistico. Con voti … espressi in maniera palese, e nelle modalità previste dallo Statuto Comunale e dal Regolamento sul Funzionamento del Consiglio Comunale. DELIBERA di istituire, nelle forme e nelle modalità previste dal Regolamento sul Funzionamento del Consiglio Comunale, agli artt. 10-11-12-13-14-14, le seguenti Commissioni Consiliari Permanenti: II Commissione: programmazione economica, bilancio, finanze, tributi, patrimonio ed attività produttive. III Commissione: urbanistica, assetto del territorio, piani della circolazione urbana, lavori pubblici ed ambiente. Di demandare all’Ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale ogni atto conseguente al presente deliberato, in virtù del sopra citato art. 12 del Regolamento sul Funzionamento del Consiglio Comunale”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!