Evasione milionaria e frode fiscale per fatture false

Maglie. Verificando l’attività di un’azienda di pannelli fotovoltaici, i finanzieri hanno scoperto le irregolarità compiute dalla società di consulenza

MAGLIE – Una società di consulenza non ha dichiarato ricavi per oltre 2,5 milioni di euro ed Iva per poco meno di 300mila euro. Pur essendo conosciuta al fisco, è risultata dunque “evasore totale” perché non ha mai dichiarato i propri ricavi. Sono stati alcuni controlli della Guardia di finanza di Maglie a scoprire l’evasione. L’attività ispettiva ha avuto origine da un’altra verifica compiuta dai militari nei confronti di un’impresa operante nella realizzazione di impianti fotovoltaici. Nel corso dell’ispezione all’impresa “verde”, i finanzieri hanno posto particolare attenzione su alcune fatture – pari ad un imponibile complessivo di 500mila euro ed Iva per 100mila euro – emesse dalla società di consulenza nei confronti dell’impresa per fantomatiche prestazioni di servizio. I successivi riscontri, eseguiti anche mediante le banche dati in uso alla Finanza, hanno consentito, dapprima, di accertare che i proventi certificati dalle fatture non erano stati dichiarati e, successivamente, che le fatture erano state emesse a fronte di operazioni inesistenti, per permettere alla azienda di abbattere parte dei ricavi a sei zeri conseguiti a seguito della vendita di alcuni impianti fotovoltaici.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!