Tenta di spillare i soldi alla madre. Preso

Melissano. Michele Ricchello ha messo a sottosopra l’abitazione della madre alla ricerca di soldi. Ma l’anziana ha telefonato ai carabinieri denunciando tutto

MELISSANO – Ieri pomeriggio si è recato a casa dell’anziana madre intenzionato a spillarle dei soldi. Una volta lì, ha impugnato un coltello da cucina con lama da 30 centimetri e lo ha rivolto contro la donna minacciandola che l’avrebbe ferita se lei non avesse sottostato alle sue richieste.

Il coltello usato da Ricchello

Il coltello usato per l'aggressione La donna si è più volte rifiutata di consegnare il denaro al figlio e lui, in tutta risposta, l’ha colpita più volte alla schiena strattonandola violentemente e costringendola a farsi da parte. Poi, non contento, si è messo a rovistare per tutta la casa alla ricerca di denaro che, però, l’anziana non possedeva. Il risultato di tanta violenza è stato un appartamento messo a soqquadro ed il responsabile di tutto ciò, Michele Antonio Ricchello, 37 anni, che ha fatto ritorno a casa sua, a Felline, ancora in preda alla collera.

Michele Antonio Ricchello

Michele Antonio Ricchello Ma il 37enne non ha fatto i conti con la prontezza di riflessi della madre che infatti ha subito chiamato i carabinieri i quali hanno subito dato il via alle ricerche. E infatti Ricchello, lavoratore occasionale con precedenti alle spalle, è stato facilmente rintracciato dai militari del posto aiutati dai colleghi della Stazione di Racale e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Casarano.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment