Tentano il furto, colti in flagrante

Lecce. In manette due romeni senza documenti; uno dei due già con vari precedenti penali

LECCE – Sono stati sorpresi mentre cercavano di portare via varia refurtiva, tra cui attrezzi da lavoro e candelabri, da un appartamento. La loro sfortuna è stata che, ad accorgersi di quanto stava accadendo, sia stato proprio un ispettore della Compagnia della Guardia di Finanza di Lecce che stava transitando su viale Giovanni Paolo II. Questi ha chiesto subito il supporto di una pattuglia del “117” con la quale è riuscito a bloccare i malviventi. Uno dei due romeni, accortosi dell’arrivo dei militari, ha tentato di dileguarsi ma è stato prontamente fermato ed arrestato, assieme all’altro che cercava invano di nascondersi in uno sgabuzzino. Quest’ultimo, che aveva in mano la refurtiva riposta in un sacco di juta, aveva anche gli attrezzi utilizzati per scardinare la porta d’ingresso dell’abitazione.

Dimitri Bratu

Dimitri Bratu

Roman Valerio

Roman Valerio A seguito degli immediati accertamenti svolti, è stato rintracciato il proprietario dell’immobile, a cui è stata riconsegnata tutta la refurtiva. Uno dei due soggetti arrestati, privi di documenti, risultava gravato da numerosi precedenti penali per vari reati. Dopo le operazioni di identificazione, i due romeni sono stati trasferiti al carcere di Lecce – Borgo San Nicola – a disposizione dell’Autorità Giudiziaria prontamente interessata in merito ai fatti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment