Voto di scambio. ‘La prefetta vigili a Casarano’

Casarano. Bellanova, Maritati e Ruggeri chiedono maggiori controlli in vista del turno di ballottaggio riferendo di presunte irregolarità compiute al primo turno

CASARANO – Una lettera alla prefetta di Lecce Giuliana Perrotta per chiederle di vigilare sulle elezioni del turno di ballottaggio a Casarano, che avranno luogo il prossimo week end. Firmata da Teresa Bellanova ed Alberto Maritati, rispettivamente deputata e senatore del Pd, e da Salvatore Ruggeri, deputato dell’Udc. I tre firmatari informano la prefetta di presunte forme di inquinamento del voto che si sarebbero compiute, nel centro del Sud Salento, in occasione del primo turno delle consultazioni elettorali e riferiscono di presunte forme di acquisto del voto e di successiva richiesta di “certificazione” tramite foto scattate all’interno del seggio. Non si fanno riferimenti ad uno schieramento politico in particolare tuttavia si chiede di vigilare perché le operazioni si svolgano in maniera corretta. La segnalazione, purtroppo, non allarma più di tanto. Ma non perché riferisca di fatti privi di valore, tutt’altro. Perché l’intera campagna elettorale 2012 è stata caratterizzata da episodi del genere. Ecco la lettera inviata da Bellanova, Maritati e Ruggeri. Cortese Attenzione S.E. Il Prefetto di Lecce Dr.ssa Giuliana Perrotta Egregio Prefetto, durante la campagna elettorale in corso di svolgimento a Casarano, in vista del turno di ballottaggio del 20 e 21 maggio prossimi, da più parti sono stati sollevati allarmi su possibili forme di inquinamento del voto. Già nella fase di avvicinamento al primo turno elettorale ci risulta siano state attivate forme di accaparramento del consenso attraverso l'impiego di denaro. Ci vengono ripetutamente segnalati in questi giorni una serie di fatti, riguardanti tra l'altro l'acquisto di voti e soprattutto l'utilizzo della testimonianza fotografica del voto, a riprova dell'esatta osservanza degli accordi stipulati. In un periodo di eccezionale crisi, come quello che stiamo attraversando, riteniamo debba essere messa in atto ogni precauzione per contrastare eventuali illecitamente fenomeni distorsivi delle regole democratiche. Riteniamo che l'argine contro l'illegalità richieda un impegno costante di controllo del territorio, soprattutto in una terra considerata “a rischio” come il nostro Salento. La Carta Costituzionale è il faro che guida tutti noi, e l'art. 48 assegna allo Stato il compito di assicurare a ciascun cittadino elettore la possibilità di esprimere il proprio voto in piena libertà e totale segretezza, senza subire forma alcuna di pressione che possa condizionare la propria decisione, garantendo che le modalità di espressione del voto preservino da qualsiasi forma di controllo su di esso. Per questo motivo siamo qui a testimoniarLe le preoccupazioni nostre e di tanti liberi cittadini, certi che Lei saprà rassicurare tutti garantendo il Suo massimo impegno nella prevenzione di ogni possibile forma di inquinamento del voto, anche attraverso l'emissione di specifici provvedimenti che obblighino i presidenti di seggio a intensificare l'attività di sorveglianza sull'introduzione di cellulari o macchine fotografiche all'interno delle cabine elettorali. RingraziandoLa per l’attenzione prestata, Le porgiamo distinti saluti. On. Teresa Bellanova Sen. Alberto Maritati On. Salvatore Ruggeri

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!