Amministrative. Negro: ‘L’Udc cresce'

Lecce. Il presidente dell’Udc in Regione si dice soddisfatto del risultato del suo partito alle elezioni comunali. A Lecce, si riparte da Melica

LECCE – “L’Udc tiene a Lecce e cresce negli altri centri del Salento”. È questo il commento del presidente del gruppo Udc alla Regione Puglia Salvatore Negro al risultato del voto del 6 e 7 maggio 2012. “Le amministrative 2012 – ha sottolineato Negro – ci consegnano un risultato più che confortante per il nostro partito che cresce nei maggiori centri della provincia chiamati al voto, mentre nella città capoluogo passa dal 2,8% delle Regionali 2010 all’attuale 4,7%. Un risultato, quello ottenuto con il candidato sindaco Luigi Melica, degno di rispetto, considerato che l’Udc nel corso della passata consiliatura era stato svuotato dei suoi rappresentanti. A ciò si deve aggiungere la difficoltà di avviare il progetto del Terzo Polo che se si fosse presentato unito avrebbe ottenuto più del 15%. Un progetto naufragato purtroppo per scelta di altri, che l’Udc non ha condiviso, e che se fosse stato attuato avrebbe rappresentato una valida alternativa per la città, come dimostrano i dati elettorali. Oggi il partito è pronto a riorganizzarsi e a radicarsi anche a Lecce, ripartendo Melica e dalla squadra che si è costruita intorno a lui, fatta anche di giovani che hanno ottenuti risultati lusinghieri”. “Eccezionali i risultati ottenuti dal partito nei cinque maggiori comuni della provincia chiamati al voto – ha continuato il capogruppo Udc – Infatti, a Gallipoli l’Udc che ha ottenuto il 16% andrà al ballottaggio con un proprio candidato sindaco e con una coalizione che ha ottenuto il 42% delle preferenze; lo stesso vale per Casarano e Tricase dove si andrà al ballottaggio con un candidato sindaco del centro; a Galatone e a Galatina, pur non avendo centrato l’obiettivo del ballottaggio, l’Udc si attesta rispettivamente al 15 e 7%”. “Sono dati – ha concluso – che ci lasciano soddisfatti e che rappresentano un segno della vitalità del partito sul territorio e un premio al lavoro svolto dalla segreteria provinciale in linea con le direttive dei verti nazionali. A ciò si aggiunge la soddisfazione di aver contribuito alla elezione di tanti altri sindaci in Comuni importanti come Otranto, Castro, Scorrano, Racale e Salice”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!