Gianni Stefano: programma 'copia e incolla'

GUARDA IL VIDEO – Pesante attacco di Attilio De Marco al suo avversario (assente per un imprevisto) nel corso del dibattito di ieri organizzato dal Tacco

CASARANO – Nel pomeriggio di ieri, durante l'incontro confronto tra i candidati sindaco a Casarano organizzato dal Tacco d'Italia, Attilio De Marco ha lanciato una grave accusa a Gianni Stefano, peraltro assente a causa di un contrattempo sopraggiunto pochi minuti prima l'inizio del dibattito. Dopo una domanda della direttrice Maria Luisa Mastrogiovanni sulla Geotec, il candidato del centrosinistra sfodera il suo asso nella manica e denuncia una scoperta sconcertante. Effettuando una ricerca su internet, lo staff di De Marco ha scoperto che il candidato del centrodestra Stefano, per realizzare il proprio programma, si è appropriato dei contenuti presentati da altri candidati di diverse competizioni elettorali, effettuando un copia e incolla. In particolare è stato utilizzato il programma di Mario Morandini, candidato sindaco di Arco (le prime 5 pagg.), le linee programmatiche del candidato sindaco di Santeramo (ambito 1 punto c), il candidato sindaco di Civitacampomarano (sull'agricoltura), la Provincia di Bari per le politiche comunitarie e lo sportello Europa, il programma del consigliere Marco Buttieri di Savigliano (per famiglia e giovani). La descrizione e concetto di ECO sarebbe invece copiato da www.expodeco.it. “Gianni Stefano – afferma Attilio De Marco – crede che i Casaranesi siano stupidi e ha la convinzione che sia sufficiente comprare spazi pubblicitari su qualsiasi mezzo di comunicazione per ottenere consenso in campagna elettorale. La politica purtroppo, o per fortuna, si fa ascoltando la gente, avanzando proposte concrete e coinvolgendo i concittadini con idee innovative, fresche ed eticamente corrette. Oggi si è consumato un fatto preoccupante – continua De Marco – perché si è offesa l’intelligenza collettiva e si è mancato di rispetto a tutti noi, con il tentativo di far passare per vero e condiviso quanto preso in prestito dalla rete e, più precisamente, dal programma di altri candidati”. Anche il PD affonda il colpo col segretario cittadino Francesco De Marco: “È evidente che nel centro destra casaranese non c’è mai stata, e non c’è oggi, una cultura politica solida – denuncia – ed è altrettanto più chiaro che nessuno di loro si sia mai seduto a discutere e a strutturare progetti concreti, credendo che il vantaggio maturato con una spicciola propaganda politica, avviata da qualche mese, potesse bastare per abbagliare gli abitanti di Casarano”. Poi la chiusura sarcastica di De Marco che parafrasando lo slogan del suo avversario conclude: ” Gianni Stefano ha un’idea chiara di città. E questa potrebbe anche essere un’affermazione vera. Non sappiamo, però, di quale città”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!