Falsi incidenti per truffare l’assicurazione

Lecce. Otto indagati. Avrebbero denunciato sinistri mai avvenuti per intascare i premi della Duomo Assicurazioni

LECCE – Incidenti denunciati, ma mai avvenuti, per truffare la compagnia assicurativa Duomo Assicurazioni. Otto avvisi di conclusione delle indagini preliminari sono stati notificati nelle scorse ore ad altrettante persone, che ora si ritrovano iscritte nel registro degli indagati e rischiano il processo. Si tratta di Francesco Capodieci, 27enne di Salice Salentino; Bajram Mederizi, 23 anni, montenegrina residente nel campo sosta Panareo di Lecce; Giuseppe Napoletano, 64enne di Squinzano; Stefano Renna, 32enne di Squinzano; Vincenzo Renna, 24enne di Squinzano; Piero Rubino, 31enne di Guagnano; Angela Russo, 27enne di Salice Salentino; Rosario Spagnolo, 56 anni, di Squinzano. Rispondono di concorso in “fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona”. Sono tre in particolare gli episodi contestati dalla pm Stefania Mininni e si sarebbero verificati tra il luglio 2009 e il febbraio 2010. Gli indagati avrebbero anche presentato falsa documentazione medica per attestare le ferite riportate durante i sinistri. Gli indagati hanno 20 giorni per chiedere di essere ascoltati o presentare le proprie memorie.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!