Case popolari in cambio di voti? Scontro Capone-Perrone

Lecce. Il Pd accusa il sindaco di aver promesso alloggi in cambio di voti. Il sindaco chiede di presentare le prove in tribunale

LECCE – Lei, Loredana Capone, candidata sindaco per il centrosinistra, oggi aspetterà il sindaco, e candidato al secondo mandato, Paolo Perrone, nella zona 167, in via Pistoia, per affrontare il “caso” degli alloggi popolari davanti alle persone direttamente interessate. Perrone invece aspetterà Capone (ma anche Antonio Rotundo e Teresa Bellanova) davanti alla sede del Tribunale per accompagnarla a depositare le denunce e le prove che sostengono di avere. Lo scontro amministrativo delle ultime ore, riguarda, a Lecce, le case popolari. E sulla situazione di grande disagio nella quale vivrebbero i residenti in quelle abitazioni (il Pd accusa il Comune targato Perrone si essersi sempre disinteressato delle condizioni di vita in quegli alloggi), si è innescata nelle ultime ore una grave denuncia da parte del Partito democratico: la promessa di residenze popolari in cambio di voti. Una denuncia tanto più grave se si pensa che il bisogno di alloggi popolari a Lecce tocca cifre davvero sconfortanti: sono 1.400 le domande presentate a fronte di una disponibilità di solo 15 appartamenti Iacp. Promettere una casa in cambio di voti al proprio partito, in questo scenario, significherebbe farsi gioco del bisogno reale di un tetto da parte di almeno 1.400 famiglie. Ma Perrone non ci sta e respinge al mittente ogni accusa. Ed anzi rilancia E all’appuntamento fissato in via Pistoia dalla sua avversaria, risponde con un nuovo appuntamento, ma in viale De Pietro, davanti al Tribunale. “Il centrosinistra forse non ha ben compreso che, imperterrito, continua a lanciare accuse gravissime – ha commentato il sindaco uscente -. Non é Loredana Capone che convoca il sindaco di Lecce. Non sono utili gli incontri politici, considerata l'urgenza di chiarezza. Da sindaco dico che, se quanto sostenuto fosse vero, sarei il primo ad esigere risposte”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!