Spiagge, al via le pulizie pasquali

Lecce. Ruspe in azione domani alle 9 a San Cataldo. Litorali puliti per la gita di Pasquetta

LECCE – Spiagge pulite già dal weekend di Pasqua. Ruspe in azione domani alle ore 9, in via Flavio Gioia, alla darsena di San Cataldo. L’assessore alle Politiche Ambientali Gianni Garrisi, farà il punto della situazione sulla pulizia degli arenili leccesi in vista dell’imminente partenza della stagione balneare. Nell’operazione sono impegnati gli addetti dell’Ati Biologica, Icos e Bios il cui compito è quello di ripulire le spiagge da rifiuti di vario genere (in buona parte residui delle mareggiate degli ultimi mesi). Dopo questa prima fase, voluta essenzialmente in previsione delle gite di Pasquetta, gli interventi proseguiranno con pulizia periodica, posizionamento e svuotamento dei cestini portarifiuti e della raccolta differenziata sino alla fine della stagione balneare turistica. Insieme agli interventi di pulizia e diserbo degli arenili, è stato già avviato il servizio di disinfestazione, derattizzazione e deblatizzazione della città e delle marine: S. Cataldo, Torre Chianca, Spiaggiabella, La Canuta, Frigole, Casalabate, e Torre Rinalda. “Vogliamo che le nostre spiagge e le nostre marine – dichiara l’assessore all’Ambiente Gianni Garrisi – si presentino pulite affinché i nostri concittadini ma anche i turisti e i visitatori possano trovare un litorale pulito, decoroso e attraente”. Di qui l’appello dell’assessore a “non sporcare le spiagge e differenziare il più possibile i rifiuti”. “E’ l’ennesimo sforzo compiuto da questa Amministrazione – aggiunge Garrisi – che va ad inserirsi nell’elenco di strategie di sviluppo per il litorale comunale in vista dell’imminente stagione estiva. Come ogni anno, infatti, ci apprestiamo con puntualità e precisione ad effettuare tutti gli interventi utili a rendere le nostre marine pronte per la migliore fruizione possibile, ancor prima dell’inizio vero e proprio dell’estate, nel tentativo di estendere la stagione turistica oltre i mesi strettamente estivi”. Garrisi, infine, ha ribadito l’impegno dell’assessorato all’Ambiente a promuovere il turismo come uno dei fattori principali di sviluppo sostenibile per il futuro.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!