Centrale dello spaccio a casa del 21enne

Cutrofiano. Marijuana e cocaina nascoste in un vaso in rame. Ai domiciliari Mattia Brai

CUTROFIANO – Un sospetto via-vai dalla sua abitazione ha messo in allarme i carabinieri che così hanno deciso di tenerlo d’occhio. Ieri sera, i militari hanno controllato due giovani del posto, uno dei quali minorenne, che erano stati poco prima all’interno dell’abitazione sospettata. I giovani sono stati trovati in possesso di due dosi di marijuana, del peso di circa 2 grammi e mezzo ciascuna. I due sono stati segnalati alla Prefettura per uso non terapeutico di stupefacenti. In seguito a questa scoperta è scattata la perquisizione a carico del proprietario di casa, Mattia Brai, 21enne del posto.

Mattia Brai

Mattia Brai E così, i carabinieri, diretti dal Capitano Stefano Tosi, comandante della Compagnia di Gallipoli, hanno fatto “visita” al sospettato. Nella cucina dell’appartamento, all’interno di un vaso in rame, sono state rinvenute 33 dosi confezionate in cellophane per circa 50 grammi di marijuana ed altri due sacchetti trasparenti con circa 100 grammi. I carabinieri hanno trovato anche un involucro di cellophane bianco con 3 grammi di cocaina e tre pastiglie prive di indicazioni, probabile sostanza da taglio. La droga è stata sottoposta a sequestro insieme ad altro materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi o comunque ritenuto pertinente al reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Il 21enne è stato accompagnato presso la sua abitazione dove è stato sottoposto agli arresti domiciliari, come disposto dalla pm di turno della Procura della Repubblica di Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!