Violare il patto di stabilità. Ance è con Gabellone

Lecce. Secondo Delle Donne la decisione del Consiglio provinciale di onorare i contratti stipulati con le aziende sarebbe prova di maturità dell’Ente

LECCE – “Esprimo piena condivisione, oltre che sentito plauso, per la responsabile iniziativa assunta dal presidente Antonio Gabellone e dal Consiglio provinciale di violare il Patto di Stabilità”. Ad affermarlo è Nicola Delle Donne, presidente Ance Lecce, secondo la decisione di non rispettare il patto di stabilità sarebbe prova di reale attenzione ai problemi delle imprese e dell’economia del territorio. “Onorare gli impegni assunti per contratto nei confronti delle imprese esecutrici di appalti pubblici – dice Delle Donne – è il meno che l’ente locale possa fare per sostanziare di autorevolezza i suoi atti. Dilazionare per mesi e mesi i pagamenti contribuisce invece a effetti depressivi e recessivi della dinamica economica del territorio, mentre sostenere con una programmazione dei pagamenti le imprese genera meccanismi virtuosi che si riflettono su tutta la filiera delle costruzioni, il settore industriale più lungo”. “La scelta di uscire dal Patto di Stabilità – conclude Delle Donne – coniugata anche alla possibilità di una azione legale finalizzata ad una impugnazione dello stesso è provocatoria ed interessante, tanto che Ance Lecce sarà presente, nelle modalità consentite dalla legge, nella auspicata azione legale. Cosa che chiederò anche ad Ance nazionale”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!