Salentovaglie. E la promozione del Salento è servita

LA STORIA DELLA DOMENICA. Lecce. Sulla tovaglietta, la cartina del Salento. Tutt’interno, le pubblicità dei locali. E’ l’idea di Salentovoglie. Unica in Italia

LECCE – Immaginate di essere turisti in Salento. Di star sorseggiando un buon caffè in ghiaccio, come solo nel Salento fanno, seduti al tavolino di un bar sul lungomare. Oltre a guardare il mare, guardate il tavolino. Sorpresa: una cartina del Salento che sembra fatta apposta per voi, con informazioni turistiche e suggerimenti di scorci o itinerari tematici: il cibo, l’arte e la cultura, il paesaggio. E, tutt’intorno, una serie di inserzioni pubblicitarie di locali&Co. Dove passare le notti (ma anche i giorni) brave salentine. In una parola: avete davanti una Salentovaglia. Si tratta di un’idea di Salentovoglia, giovane circuito di promozione turistica del territorio direttamente in tavola, che distribuisce tovaglie monouso in carta alimentare con la stampa della cartina turistica del Salento. L’idea è molto semplice e prevede che sulla tovaglietta, tutt’attorno al disegno della cartina del Salento, siano posizionati banner pubblicitari, acquistabili a prezzi bassi me con un elevato rendimento quanto a visibilità. Le Salentovaglie sono pensate per i locali che le vogliano utilizzare sui loro tavoli gratuitamente ed andranno a confluire in una rete di distribuzione diffusa nel Salento e riconoscibile come “circuito Salentovoglia”. Ma sono rivolte anche a qualsiasi tipologia di azienda o attività commerciale che voglia fare pubblicità a bassi costi. Si tratta di un’idea semplice e nello stesso tempo rivoluzionaria ed è una vera novità in Italia. Abbiamo chiesto a Cosé Murciano, referente per Salentovoglia, di illustrarci i dettagli. Come è nata quest'idea? “Il progetto Salentovoglia nasce dall'idea di un gruppo di amici appassionati di viaggi, di Salento e di comunicazione, convinti che nella semplicità e nell'impegno ci sia la chiave per la buona riuscita dei propri sogni. L'idea ha partecipato al bando Principi Attivi del 2009, ma non ha ottenuto il finanziamento per una manciata di punti. Oggi l'iniziativa è realizzata dalla ditta individuale Arte e Natura, che ne ha sposato la filosofia e ha deciso di investire in questa avventura”. A chi si rivolge? “Salentovoglia nasce come circuito di promozione turistica del territorio direttamente in tavola, attraverso tovagliette ad uso alimentare con la stampa della mappa turistica del Salento. Con le ‘SalenTovaglie’, trattorie, B&B, pub e ristoranti tipici daranno al turista la possibilità di studiare itinerari e modificare percorsi “carta alla mano”, mentre è in attesa di gustare un piatto locale. Il disegno illustrato e originale del Salento riporta le indicazioni delle località balneari, delle bellezze naturali e architettoniche, delle città e della viabilità nella versione istituzionale, e di altri percorsi nelle successive declinazioni (in linea con i vari turismi – percorsi cicloturistici, enogastronomici, artistico – culturali, degli eventi, ecc.). Le SalenTovaglie sono quindi dedicate a dei temi (voglie) legati alle risorse del territorio da valorizzare. La prima versione è dedicata alla Voglia di Gusto, con la promozione delle produzioni agroalimentari salentine. Le tovagliette sono sostenute da sponsorizzazioni pubbliche e private, e distribuite gratuitamente in molti locali di ristoro veloce, bar, pub, punti di incontro e trattorie del Salento che vogliano aderire all’iniziativa, per offrire ai turisti una guida facile, gratuita e subito riconoscibile come la mappa easy del Salento. I punti di forza derivano dalla creazione di un circuito di promozione turistica a basso costo e dalla capacità di stimolare la curiosità dei turisti, anche verso quei luoghi dell’entroterra poco conosciuti, magari notati tra un bicchiere di Negroamaro e un piatto di orecchiette locali”. Qual è la filosofia di fondo che anima il progetto? “Le SalenTovaglie sono un nuovo medium per la promozione del Salento, una vetrina formato cartaceo da diffondere sul territorio nei punti di maggiore interesse per i turisti, che potranno accedere a informazioni gratuite e funzionali anche nei momenti di pausa e di relax, durante pranzi, cene e break”. Quanti casi del genere esistono nel Salento? “Non esistono altri prodotti con le stesse caratteristiche di Salentovaglia in commercio o in distribuzione nel territorio di riferimento. Dal benchmarking attuato a livello locale e nazionale è emerso che questo tipo di promozione territoriale non è stata ancora sperimentata in Italia, ma esistono best pratices all’estero, in altre nazioni europee (come la Grecia o la Spagna – sull’isola di Formentera) ad alto appeal turistico, dove le tovaglie recanti la mappa della città/provincia/regione sono diffuse e funzionali. In Puglia e nel Salento in particolare, esistono prodotti promozionali affini, legati al mercato dei gadget e dei souvenir, ma rispondono a delle logiche di vendita isolata senza la ricerca di sistematicità e diffusione sul territorio”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!