Pankiewicz, su facebook: ‘Salvemini raffinato politico’

Lecce. Il capogruppo dell’Udc difende l’esponente di centrosinistra da chi lo aveva definito “vetero comunista”

LECCE – La stima nei suoi confronti l’ha pubblicata sulla propria bacheca facebook, definendolo un raffinato uomo politico ed elogiandolo su vari lati del suo carattere. Il capogruppo del’Udc a Palazzo Carafa Wojteck Pankiewicz ieri ha replicato a chi, nelle fila del centrodestra, aveva definito Carlo Salvemini un “vetero comunista”. “Carlo Salvemini è un raffinato uomo politico di sinistra, mite e sinceramente aperto al dialogo”, ha “postato” Pankiewicz alle ore 18.15, non nascondendo la sua simpatia per il centrosinistra. Poi ha commentato: “Con la sua associazione Lecce 2.0dodici ha organizzato validissime iniziative politico-culturali, utilissime per tutte le forze politiche”, ricordando alcuni momenti i cui i due si sono trovati a condurre battaglie comuni. “Insieme a lui, ho avuto, più di una volta, il piacere di scendere in piazza per battaglie condivise. In particolare mi piace ricordare quando, nel giugno 2011, abbiamo parlato in piazza Sant’Oronzo per festeggiare la vittoria nei referendum. Quando, la sera del 13 febbraio 2011, dai gradoni del Sedile abbiamo parlato per solidarizzare con le donne, nel corso della manifestazione ‘Se non ora quando?’. E quando abbiamo organizzato, insieme a qualche altro amico, la manifestazione ‘In difesa della Costituzione’, sfilando il 12 marzo 2011 per alcune vie di Lecce, con le bandiere tricolore, cantando l’inno nazionale e poi pronunciando i nostri discorsi sul palco allestito davanti a Santa Croce. Si possono anche non condividere alcune idee di Carlo, ma Salvemini, per la politica leccese, è una risorsa”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!