Niente Carnevale. Sfilata muta di protesta

Gallipoli. Dopo tante edizioni quest’anno Gallipoli non ha il suo Carnevale. Ma la sfilata sì, silenziosa, in segno di sdegno

GALLIPOLI – Si ritroveranno, più o meno alle ore 16, in via Foggia, punto di ritrovo storico dei gruppi mascherati in procinto di dare il via alle sfilate. Ma non ci sarà alcun corteo in maschera, oggi. E al posto dei tradizionali festeggiamenti, che hanno da sempre costituito un momento imperdibile dalla tradizione gallipolina, si snoderà per le strade cittadine una sfilata muta. Così i gruppi che hanno a cuore la tradizione carnevalesca della città di Gallipoli, hanno deciso di protestare nei confronti della mancata edizione del 2012 del Carnevale gallipolino. Il corteo in maschera “sfilerà” in silenzio lungo il corso Roma fino ad arrivare in piazza Tellini dove, mantenendo un indignato silenzio ed indossando un simbolico bavaglio, i ragazzi si disporranno intorno ad una “bara vuota”, allegoria dell’ormai defunto Carnevale di Gallipoli. I gruppi che hanno comunicato la propria adesione alla manifestazione sono “I ragazzi di via Malinconico”, palestra Mr Fit, la neo-associazione Fideliter Excubat, “Offlimits” accorpati ai ragazzi dell’oratorio del Sacro Cuore di Gesù. Ma l’intera cittadinanza è invitata a prendere parte alla protesta. Articolo correlato: Carnevale. Barba mette il 50%

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!