Concorso amministrativi. Scontro Comune-opposizione

Lecce. Bandito nel 2009, il concorso non si è ancora concluso, in attesa degli orali. Il Pd accusa l’Amministrazione di eccessivi ritardi

LECCE – Il tema dello scontro tra Amministrazione ed opposizione, a Lecce, è ancora una volta un concorso pubblico. Stavolta non si tratta di quello per i vigili urbani, ma per i sei posti di istruttore amministrativo a tempo indeterminato. Si tratta di un concorso bandito nel 2009 e aperto ancora oggi, a distanza di due anni, in attesa delle prove orali. Contro le lungaggini dimostrate dal Comune si scaglia il Pd cittadino che, per bocca del capogruppo Antonio Rotundo, torna a mettere l’accento su quelle che sembrano delle irregolarità dell’espletamento del concorso o quantomeno dei punti poco chiari. Numero uno: il fatto che, tra rinvii ed intoppi di vario tipo, si sia arrivati in piena campagna elettorale. Era stato proprio il Pd a chiedere che tutto l’iter venisse concluso prima delle Amministrative. Una battuta d’arresto al normale svolgimento del concorso è stata data dalle dimissioni del presidente della Commissione Domenico Capoccia, che si è fatto indietro per sostenere il sindaco alle elezioni. “In sua sostituzione – dice Rotundo – viene chiamato alla presidenza della Commissione un architetto (si tratta di Fernando Bonocuore, ndr), sicuramente valente nel suo campo, per valutare la preparazione amministrativa e contabile di circa 400 candidati ed attribuire loro un punteggio che potrebbe essere decisivo ai fini della graduatoria finale”. Ma non è tutto. Perché Rotundo accusa l’Amministrazione anche di non aver risposto ad una interpellanza dell’opposizione sul mancato rispetto della norma che prevede che i concorsi pubblici debbano concludersi entro sei mesi dalle prove scritte e che un eventuale ritardo debba essere motivato con una relazione collegiale della Commissione e di aver previsto un calendario per gli orali troppo lungo ed estenuante. “Come si vede – conclude il capogruppo dell’opposizione – ci sono ragioni più che sufficienti per chiedere al sindaco di rispettare l’impegno assunto nella riunione dei capigruppo di concludere il concorso con la pubblicazione della graduatoria dei vincitori prima della campagna elettorale”. Ma difficilmente Perrone riuscirà a mantenere fede a questo impegno. Intanto il Comune ha reso noto che a partire da oggi è pubblicato sull’Albo Pretorio e sul sito internet del Comune di Lecce (www.comune.lecce.it, sezione Albo Pretorio) l’elenco dei 414 candidati ammessi a sostenere le prove orali del concorso per esami per la copertura di sei posti di istruttore amministrativo contabile, categoria C. Gli esami orali si terranno lunedì 27 e martedì 28 febbraio prossimi, con inizio alle ore 15.30, nella sala convegni dell’ex Convento dei Teatini. Saranno ammessi alle prove dodici candidati per seduta. Nei prossimi giorni la Commissione, presieduta dal dirigente Fernando Bonocuore, fisserà il calendario completo delle prove.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!