Università. Zazzera: ‘La laurea? Nel gabinetto’

Roma. Secondo il deputato dell’Italia dei valori il provvedimento in discussione non riconosce il giusto valore agli anni di studio

ROMA – “La rivoluzione dei titoli di studio contenuta nel decreto legge sulle semplificazioni è una idiozia”. E il punto di vista di Pierfelice Zazzera, deputato pugliese dell’Italia dei valori, molto critico nei confronti della manovra prevista dal Governo Monti. “Questo Governo – ha aggiunto Zazzera – ha così deciso di penalizzare ulteriormente i giovani, facendo perdere il peso della laurea nelle selezioni pubbliche. Ciò significa che i titoli di studio acquisiti ed il relativo punteggio ottenuto si potranno gettare in un gabinetto, perché non serviranno più a a. Peseranno più le prove del concorso espletato in un giorno che la preparazione faticosamente acquisita in anni e anni di studio. Peseranno ancora una volta di più le raccomandazioni piuttosto che la preparazione e il merito. In tal modo il Governo stravolge le regole dell’accesso al lavoro, rinunciando alla meritocrazia”. Poi Zazzera ha annunciato grande attenzione nei confronti del provvedimento. “Se dovessero essere confermate le notizie apparse sulla stampa, interverremo per frenare questo scempio, ed in proposito, abbiamo già depositato un’interrogazione parlamentare a prima firma dell’on. Di Pietro per avere chiarimenti sulla paventata abolizione del valore legale dei titoli di studio”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!