'I fuoricorso sono sfigati'. Il viceministro ha ragione

Secondo Giangrande, dell'Associazione contro tutte le mafie, in Italia tutti i giovani, dotati o meno di talento, sono sfortunati, perché il Paese non premia il merito

Il viceministro Martone provoca i fuori corso universitari: “Se a quell'età sei ancora all'università sei uno sfigato”. Ha ragione, eppure finisce alla gogna. Polemiche pretestuose da chi ha la coda di paglia sulla frase del viceministro al Lavoro. Michel Martone, viceministro del Lavoro secondo il quale un 28enne non ancora laureato è spesso “uno sfigato”. Ha ragione e lo dico io, Antonio Giangrande, uno che si è laureato a 36 anni, sì, ma come? A 31 anni avevo ancora la terza media. Capita a chi non ha la fortuna di nascere nella famiglia giusta. A 32 anni mi diplomo ragioniere e perito commerciale presso una scuola pubblica, 5 anni in uno (non gliene frega a nessuno dell’eccezionalità), presentandomi da deriso privatista alla maturità assieme ai giovincelli. A Milano presso l’Università Statale, lavorando di notte perché padre di due bimbi, affronto tutti gli esami in meno di 2 anni (non gliene frega a nessuno dell’eccezionalità), laureandomi in Giurisprudenza. Un genio, no, uno sfigato, sì, perché ho fatto sacrifici per a: fuori dall’università ti scontri con una cultura socio mafiosa che ti impedisce di lavorare. Mio figlio Mirko a 25 anni ha due lauree ed è l’avvocato più giovane d’Italia (non gliene frega a nessuno dell’eccezionalità). Primina a 5 anni; maturità commerciale pubblica al 4° anno e non al 5°, perché aveva in tutte le materie 10; 2 lauree nei termini; praticantato; abilitazione al primo anno di esame forense. Un genio, no, uno sfigato, sì, perché ha fatto sacrifici per a: fuori dall’università ti scontri con una cultura socio mafiosa che ti impedisce di lavorare. Alla fine si è sfigati comunque, a prescindere se hai talento o dote, se sei predisposto o con intelligenza superiore alla media. Sfigati sempre, perché basta essere italiani nati in famiglie sbagliate. Antonio Giangrande presidente Associazione contro tutte le mafie

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!