Mega eolico. Il Pd sollecita il no della commissaria

Casarano. Francesco De Marco chiama in causa la commissaria Ermina Ocello e chiede alla Provincia la posizione sull’impianto. Pacella: ‘Contrari’

CASARANO – Dopo il Pdl e l’Udc, anche il Partito Democratico di Casarano prende posizione contro il progetto del megaparco eolico proposto dal Comune di Ugento, ma che sarà realizzato al confine con il Comune di Casarano, un intervento che deturpa le Serre salentine. Una nota firma dal coordinatore cittadino, Francesco De Marco, oltre a sollecitare il Commissario prefettizio, Erminia Ocello, a ribadire la posizione di contrarietà al progetto, chiama in causa anche la Provincia e i suoi rappresentanti locali nella giunta, ossia gli assessori Gianni Stefano (Casarano) e Francesco Pacella (Ugento), per capire la posizione di Palazzo dei Celestini in Conferenza dei servizi. Il Pd ricorda che l’Amministrazione comunale guidata da Remigio Venuti cercò di ostacolare questo devastante progetto, ricorrendo al Tar per far anare la delibera del comune di Ugento che approvava la creazione del parco eolico nel proprio territorio. Nel maggio del 2008, il Tar di Lecce anò la delibera del Comune di Ugento “per non aver coinvolto tutte le comunità interessate e per non aver garantito il rispetto dei valori ambientali, storici e culturali di una vasta area di territorio salentino”. Il Partito Democratico casaranese si dichiara “convinto del fatto che i territori si debbano dotare di strumenti regolatori per gli investimenti sulle energie rinnovabili, per tutelare il nostro stupendo territorio da speculazioni economiche che impattano e deturpano il nostro paesaggio”. “Chiediamo al Commissario prefettizio – prosegue la nota – di rimarcare e ribadire la posizione di contrarietà a questo progetto che l’Amministrazione comunale aveva assunto”. Il Pd ha inoltre chiesto al presidente della Provincia Gabellone e ai suoi assessori provinciali Gianni Stefano e Francesco Pacella quale posizione assumerà la provincia in conferenza dei servizi. Ieri la risposta di Pacella: “Contrario al mega eolico”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!