Porto Miggiano. Ieri e oggi in un video

GUARDA IL VIDEO. Porto Miggiano. Il filmato di Mangialardo condiviso su facebook dal Comitato di tutela per Porto Miggiano

PORTO MIGGIANO – Si chiude con la parola “speranza” il video di Hermes Mangialardo che sta facendo il giro del web. Testimonia il passato ed il presente di Porto Miggiano, un simbolo del Salento attaccato dalla speculazione edilizia, con scarsa attenzione per cultura, storia e tradizioni locali. Il gruppo facebook “Comitato di Tutela per Porto Miggiano” invita tutti a guardarlo e ad iscriversi al gruppo, per condividerne le battaglie in nome del territorio e delle peculiarità dell’ambiente salentino. Su una musica dolce ed evocativa, dai toni nostalgici, si susseguono tante immagini di Porto Miggiano. Com’era un tempo e com’è oggi. Prima la bellezza incontaminata di mare e costone di roccia; poi le ruspe al lavoro, il costone franato ed un cartello che vieta la balneazione per questioni di sicurezza. Intanto, alcune parole scorrono, a corredo ed a commento delle immagini. Parole come incanto, potenza, unicità, paradiso, quelle che scorrono sulle foto di “ieri”; come violenza, usurpazione, dolore ed ecomostri, quelle che si riferiscono ad “oggi”. Ma non è tutto perduto. Perché ci sono il cuore, l’impegno, lo sdegno dei comitati e delle associazioni che difendono il territorio. E poi c’è la speranza.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!