Aqp taglia l'acqua alle case popolari. Rotundo: 'Inaccettabile'

Lecce. Rubinetti chiusi nelle case Iacp di via Siracusa. Rotundo chiede l’intervento di Amati

LECCE – In un incontro di alcuni mesi fa con i vertici del Pd, Acquedotto pugliese si era impegnato a non tagliare l’acqua alle famiglie residenti negli alloggi Iacp, anche se in difetto con il pagamento delle bollette e di analizzare caso per caso le motivazioni dei mancati versamenti. Così non è stato. Ed ora gli abitanti in via Sicuracusa si ritrovano senza acqua. “Una decisione intollerabile”, secondo il capogruppo del Pd al Comune di Lecce Antonio Rotundo. “Con i provvedimenti assunti per via Siracusa – ha dichiarato – si replica a mesi di distanza lo stesso comportamento che in definitiva fa pagare alle famiglie, che non hanno alcuna responsabilità, il costo inaccettabile della sospensione dell’erogazione dell’acqua. Pensiamo che occorra affrontare e risolvere una volta per tutte l’annosa vicenda”. Rotundo ha dunque chiesto alla Regione Puglia, ed in particolare all’assessore Amati, un intervento urgente su Aqp “affinché sospenda il pagamento delle bollette per almeno sei mesi – ha detto -, che consideriamo possa essere il tempo necessario richiesto perché un tavolo tecnico opportunamente istituito possa fare in modo di verificare gli effettivi consumi di ogni singolo utente, sulla base dei quali richiedere il pagamento del dovuto, prevedendo una rateizzazione equa che tenga conto delle difficoltà delle famiglie e del momento di particolare crisi economica che stiamo attraversando”. Sulla questione si era espresso anche Federcasa che aveva sottolineato come alcuni contatori siano vecchi e non leggibili e necessitassero, pertanto, di revisione.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!