Deposito per arredi abusivo. Sequestrato

Racale. Si tratta di 300 metri quadrati abusivi, in cemento e ferro, all’interno di una grossa azienda di arredi per esterno

RACALE – Trecento metri quadrati abusivi nella sede di una grossa società che a Racale produce e commercializza arredi urbani per esterni. Il Noe di Lecce, che ha ispezionato lo stabilimento e le pertinenze della sede della società, li ha sottoposti a sequestro preventivo d’urgenza. Si tratta di due grandi tettoie in cemento e ferro, realizzate all’interno dei piazzali dell’azienda, senza alcuna autorizzazione, così come hanno potuto appurare gli agenti del Nucleo operativo ecologico di Lecce presso gli uffici tecnici del comune di Racale. Utilizzate come deposito di materiali, sono state costruite in una posizione che, secondo il Noe, non si sarebbero mai potute autorizzare. Così il legale rappresentante dell’azienda, un 66enne di Racale, è stato denunciato per abusivismo edilizio alla Procura della Repubblica di Lecce.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!