Primarie del centrodestra. Ok di Liberacittà

Casarano. Il movimento di Francesca Fersino accoglie la proposta di Regione Salento

CASARANO – Il movimento politico “Liberacittà” si dice favorevole alle primarie nell’area di centrodestra, anche se a certe condizioni. Dopo il “no” della coalizione formata da “Io Amo l’Italia” e da “Aria Nuova, l’appello lanciato nei giorni scorsi dal coordinamento locale di “Regione Salento” incassa il parere favorevole dell’associazione di cui è coordinatrice l’ex vice sindaco Francesca Fersino. “Liberacittà”, però, ritiene necessario che, prima di parlare di primarie, il centrodestra dovrebbe istituire un tavolo di discussione per esaminare i problemi della città. Nel centrosinistra, intanto, è tutto fermo in attesa delle primarie di Lecce, in programma domani, il cui risultato potrebbe influenzare le scelte del tavolo casaranese. Primarie si, primarie no. Nel centrodestra continua il dibattito aperto dall’appello lanciato nei giorni scorsi dal movimento “Regione Salento” di Casarano. L’idea potrebbe essere presa in considerazione dall’associazione “Liberacittà”, come spiega una nota affidata a Piero Romano, vice coordinatore del movimento. “Occorre tuttavia precisare – puntualizza la nota – che non si può avviare un ragionamento sulle primarie se non ci si è prima seduti intorno ad un tavolo per concordare un programma politico teso ad affrontare e risolvere i problemi gravissimi della nostra città. Esse hanno, infatti, il compito di individuare successivamente la personalità che maggiormente è in grado di portare a compimento tale programma”. “L’Associazione Liberacittà nei mesi scorsi – ricorda Romano – aveva invitato tutte le forze politiche a dialogare, senza preclusioni, sui temi principali che coinvolgono i cittadini casaranesi: purtroppo l’invito non è stato raccolto. Quindi, se oggi, le forze di area di centrodestra intendono convergere su un programma condiviso che dia sollievo alla grave situazione non solo politica ma anche sociale ed amministrativa, l’Associazione Liberacittà sarà disponibile a dare il proprio assenso e la propria collaborazione per il loro svolgimento”. Nessun segnale in merito, invece, da parte del Pdl che continua a giocare a carte coperte, tenendole ben strette sul petto. Sul versante opposto, intanto, è tutto fermo da diversi giorni in attesa delle primarie di Lecce. Da tempo si vocifera che se dovesse prevalere Loredana Capone, il candidato sindaco del centrosinistra casaranese dovrebbe andare all’Udc. Una scelta che si annuncia dolorosa, considerato che una parte del Pd non è d’accordo su “scelte calate dall’alto”. Bisogna tener conto, tra l’altro, che sia il Pd, con Gabriele Caputo, che Sel, con Franco De Matteis, e forse anche i Verdi, sono da tempo proiettati verso le primarie, alle quali sono contrari Udc, Api e Idv. Non sarà facile trovare una soluzione che accontenti tutti.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!