‘Dammi i soldi’. E tenta di strangolare la madre

Lecce. L’uomo, finito in manette, era uscito dal carcere a dicembre per uno sconto della pena

LECCE – Dopo un annodi carcere a Lecce per furto aggravato, a dicembre era tornato in libertà per uno sconto della pena. Ieri pomeriggio ha fatto nuovamente ritorno a Borgo San Nicola Cristian Petese, 38enne residente a Lecce. Da tempo costringeva la madre a consegnargli il denaro che gli serviva per acquistare la droga. Ieri un nuovo episodio. Alcuni vicini di casa hanno chiesto l’intervento della polizia, spaventati dalle urla che provenivano dall’abitazione dell’uomo. Quando gli agenti sono giunti sul posto hanno trovato il 38enne che teneva chiusa la bocca della donna nell’intento di bloccarne le grida di aiuto e di impedirle di respirare ed intanto le cingeva le mani attorno al collo minacciandola che l’avrebbe strangolata. La donna era in forte stato di shock. Petese è stato nuovamente arrestato, stavolta con l'accusa di tentata estorsione, con l'aggravante del vincolo familiare. E’ difeso dall'avvocato Tony Indino.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!