Bancarotta fraudolenta. Tre denunce

Lecce. Nei guai gli amministratori di un’azienda dichiarata fallita nel 2009. Avrebbero falsato le carte e distratto beni ai danni dei creditori

LECCE – Sono stati denunciati in tre con l’accusa di bancarotta fraudolenta e documentale. Nei guai, gli amministratori di diritto e di fatto di un’impresa salentina che si occupava della gestione di supermercati, dichiarata fallita nel 2009. I tre denunciati avrebbero “distratto” beni ai danni dei creditori per un totale complessivo di quasi 300mila euro; in particolare, il valore dei beni strumentali (magazzino, merci, disponibilità liquide, crediti, attività finanziarie) sottratto ammonta rispettivamente a 187mila euro, quello relativo alla vendita di un ramo d’azienda, a circa 80mila euro. La Guardia di finanza ha accertato, inoltre, irregolarità contabili per impedire la ricostruzione del volume di affari dell’impresa; in relazione a questa voce i tre amministratori risponderanno anche del reato di bancarotta documentale.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!