Sel ci riprova: a quanto ammonta il debito del Comune?

Casarano. La lettera inviata alla nuova commissaria Erminia Ocello e alla responsabile dell’Ufficio Servizi finanziari Lucia Giuri

CASARANO – A quanto ammonta il debito del comune di Casarano? La domanda è chiara e semplice eppure, nonostante siano mesi che circola, ancora non ha risposta. L’ultimo tentativo di conoscere più nel dettaglio la situazione delle casse comunali arriva da Sel. In una lettera inviata alla commissaria Erminia Ocelli e alla responsabile dell’Ufficio Servizi finanziari Lucia Giuri, Sel chiede di “compiere opera di verità ponendo una parola chiara e definitiva in merito alla posizione debitoria dell’ente”. Naturalmente non tralasciando di puntualizzare come invece il predecessore Giovanni D’Onofrio si sia dimostrato “chiuso nel più assoluto riserbo di fronte ai ripetuti appelli di forze politiche ed associazioni”. “Voci insistenti e notizie puntualmente diffuse a mezzo stampa – si legge nella nota di Sel – descrivono una città in ginocchio, piagata da un debito che ammonterebbe, nella più rosea delle ipotesi, a circa 12 milioni di euro. La situazione, alla luce delle continue e puntuali richieste di pagamento avanzate dai più disparati creditori e dall’incapacità di arginare lo spreco di denaro pubblico, pare destinata a peggiorare. Il fatto che a tali notizie non siano mai seguite smentite da parte degli organi competenti e l’assoluta assenza di comunicazione che si è venuta a creare tra cittadini ed amministratori non sono oltremodo tollerabili – prosegue la lettera -. Riteniamo, infatti, che fare chiarezza sulla situazione economica-finanziaria del Comune rappresenti un atto dovuto, non più eludibile, nei confronti dei cittadini di Casarano e di tutte quelle forze politiche che, impegnate ad affrontare la campagna elettorale delle prossime elezioni amministrative, chiedono di essere messe nelle condizioni di poter definire un programma realistico ed onestamente concreto”. In chiusura, la promessa di promuovere una campagna di raccolta firme a supporto della richiesta qualora Palazzo dei Domenicani dovesse persistere nel suo silenzio”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!