Aspettando la prima alba

Otranto. L’Alba dei popoli oggi propone: dj set di attesa del nuovo anno, concertone degli Stadio e poi tutti al Faro della Palascìa ad attendere il sole

OTRANTO – Stappare la bottiglia di spumante sotto il cielo di Otranto è un tradizione alla quale il salentino doc rinuncia con difficoltà. In cambio bisogna davvero proporgli l’inimmaginabile. Perché vuoi mettere l’emozione del conto alla rovescia e la magia di vedere il cielo schiarirsi, lentamente, sapendo di ammirare quella luce, prima di tutti, in qualunque parte d’Italia si trovino? L’appuntamento è immancabile per tantissimi. Che anche quest’anno si ritroveranno riuniti sotto la bandiera dell’“Alba dei Popoli”, la rassegna del Comune che è già arrivata alla XII edizione. Per quest’anno l’Amministrazione comunale, ha pensato bene di inserirvi tutta una serie di manifestazioni di vario genere per intrattenere oltre che i visitatori, anche i cittadini di Otranto. La rassegna “Alba dei Popoli” edizione 2011 – 2012, è partita il 3 dicembre 2011 con un Concerto di Natale e si concluderà con l’Epifania l’8 gennaio 2012. L’evento tanto atteso di oggi è il concerto degli Stadio, previsto per le ore 24 sul lungomare degli eroi. Ma andiamo con ordine. Perché in attesa del concertone, la serata sarà allietata da una selezione musicale Dj Set a cura di affermati artisti locali: Dj Giuseppe Conoci, Dj Klaus, Dj Sergio Petio, Dj Adriano Belmonte e Dj Romualdo Nisi. Si parte alle ore 21. Seguirà lo spettacolo pirotecnico in occasione del passaggio all’anno nuovo. // Il concerto degli Stadio Il consueto concerto dell’ultimo dell’anno avrà per protagonista l’affermato gruppo musicale degli Stadio, forse l’unica band italiana che riesce a coniugare il pop-rock con la grande musica d’autore. Gli Stadio sono Gaetano Curreri, Andrea Fornili, Roberto Drovandi e Giovanni Pezzoli. Produttore e autore è Saverio Grandi, che ha scritto con Curreri i più grandi successi della band. Il linguaggio della canzone si evolve continuamente e gli Stadio hanno un “pubblico generazionale”, grazie alla loro duttilità musicale e alla versatilità della penna d’autore che firma con loro splendide canzoni. I loro dischi (ogni volta tra i primi nelle classifiche di vendita) rivelano, così, una storia musicale che interseca quella di illustri colleghi, con cui hanno condiviso il palco, hanno provato, arrangiato, prodotto e suonato nelle grandi produzioni discografiche, scrivendo canzoni e continuando a scriverle. L’ultimo album, “Diamanti e caramelle”, è uscito il 27 settembre 2011. Nell’album è incluso il brano “La promessa” in duetto con Noemi. // Tutti con gli occhi all’insù Al termine del concertone di fine anno, la serata proseguirà con l’evento “Aspettando l’Alba”, che avrà ancora per protagonisti Dj Klaus, Dj Sergio Petio, Dj Romualdo Nisi e Dj Adriano Belmonte, che allieteranno il pubblico con il meglio della musica. Una non stop fino alle prime luci dell’alba del nuovo anno. // Porta il thermos alla Palascìa La notte del 31 dicembre, per mantenere lo spirito della rassegna Alba dei Popoli, al Faro di Palascia, uno dei luoghi più suggestivi del Salento, dove l’alba da sempre raccoglie luci, profumi e suoni, ci sarà un intrattenimento musicale in armonia con la sobrietà del posto. E’ uno spettacolo multimediale che intende proiettare un ponte di conoscenza e di amicizia sulle culture mediterranee, fiorite nel corso dei secoli sulle sue sponde, a partire dal Salento. Lo spettacolo prevede anche la proiezione di immagini suggestive del territorio idruntino con l’intento di sensibilizzare operatori e cittadini ad un maggiore rispetto della natura e del patrimonio ambientale. L’evento è organizzato da Legambiente Circolo di Otranto, in collaborazione con il prof. Paolo Rausa e il Comune di Otranto. Si suggerisce a tutti di portare thermos con caffé o the, dolci, torce e coperte. L’appuntamento è al Faro alle ore 05.00.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!