Crescita del territorio? 300mila euro dal Cuis

Lecce. Il Consorzio finanzia i progetti elaborati da 15 Comuni in collaborazione con l’Università

LECCE – 290mila euro per promuovere la crescita culturale, economica e sociale del Salento. Il Consorzio universitario interprovinciale salentino “raddoppia” e chiude il 2011 in bellezza finanziando, con una cifra importante e superiore agli anni precedenti, i progetti elaborati dai Comuni in collaborazione con l'Università. Sono 15 le proposte che beneficeranno dei contributi del Cuis e che potranno così essere realizzate. Da Novoli al Capo di Leuca, da Leverano a Galatina alla Grecìa Salentina, il Consorzio guidato dal presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone offre ancora una volta al territorio la possibilità di far diventare realtà idee programmatiche che si spera abbiano positive ricadute sul territorio. Il numero delle domande per accedere ai contributi non è mai stato così alto: ben 44. La quota di finanziamento per ogni progetto va dai 16mila ai 20mila euro. “Il numero assai elevato di domande di finanziamento pervenute dimostra – ha detto Gabellone – la grande aspettativa dei Comuni rispetto all'attività del Consorzio. Il Cuis, infatti, risponde da sempre in maniera puntuale a attenta alle esigenze degli enti locali e dell'Università, offrendo un concreto sostegno a importanti progetti per lo sviluppo del territorio che diversamente non avrebbero la possibilità di essere realizzati vista l’esiguità delle risorse pubbliche disponibili nei bilanci dei Comuni. Ecco perché in un momento di crisi economica abbiamo aumentato la dotazione dei fondi assicurando il finanziamento a un numero più elevato di proposte meritevoli di attenzione”. // I progetti premiati Si parte dal Consorzio dei Comuni della Valle della Cupa che, in collaborazione col Dipartimento di Scienze Economiche Matematico-Statistiche dell'Università del Salento, elaborerà un “Sistema informativo statistico per le aree mercatali”. Si passa alla cultura con l'Unione della costa orientale, che realizzerà la pubblicazione di un “Atlante della pittura tardogotica del Salento” e il relativo catalogo informatizzato con carta tematica. Il Comune di Novoli persegue invece “nuove occasioni di sviluppo turistico nel Nord Salento”, con il progetto “Heritage religioso, cultura e turismo sostenibile”. Finanziati poi lo studio su “Economia e impresa a Leverano” e il progetto operativo “Elisir” della Provincia. Il progetto di Galatina riguarda “Il movimento politico in Terra d'Otranto: Pietro Siciliani, genesi e sviluppi dei partiti politici dal 1861 al 1914”. Il Comune di Castro potrà sviluppare il progetto per la valorizzazione della sua area archeologica. Martano, invece, potrà garantire l'attività della “Summer School”. Ancora valorizzazione dell'archeologia con il progetto del Comune di Racale per l'elaborazione della “Carta archeologica subacquea della Puglia meridionale”. Mentre per la “Valorizzazione dei percorsi storico-naturalistici nell'area costiera” è stata finanziata la proposta di Porto Cesareo. San Cassiano ha puntato sul recupero degli archivi storici parrocchiali idruntini; Neviano studierà le alternative per una gestione efficace dei rifiuti solidi urbani. L'informazione nel Sud Salento è al centro del progetto del Comune di Poggiardo. L'Unione dei Comuni di Terra d'Oriente punta i riflettori sul sociale per “potenziare la genitorialità”. Infine, l'Unione dei Comuni della Grecìa Salentina svilupperà, grazie ai fondi del Cuis, “gli strumenti di tutela della salute” nel proprio territorio.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!