Più teatro per tutti a Taviano

Taviano. Il sindaco Portaccio contiene i prezzi e regala abbonamenti agli ospiti di una casa famiglia per promuovere cultura e teatro.

Si è tenuta ieri, 12 Dicembre, la Conferenza stampa nel Palazzo Marchesale De Franchis, volta a presentare la Rassegna del Teatro Pubblico Pugliese ad opera della amministrazione comunale di Taviano, giudata dal Sindaco avv. Carlo Portaccio, che ricordiamo ha tenuto per sé la delega alla cultura. Il Presidente del Teatro Pubblico Pugliese Carmelo Grassi ha presentato ai tanti giornalisti presenti in sala quelli che saranno gli appuntamenti della rassegna tavianese 2012 al Teatro Fasano: “ E’importante essere presente in un comune che ha sempre avuto attenzione per il teatro, quindi è dovuto il ringraziamento all’attenzione che l’amministrazione ha verso il teatro in tutti i sensi , noi abbiamo come scopo sociale esattamente quello di promozione e formazione del pubblico e quindi è proprio lavorando e dialogando con le amministrazioni che sono disponibili a fare un investimento sul teatro e anche sul pubblico, che riusciamo in qualche maniera a rispondere a queste esigenze. Sono particolarmente contento di essere qui a rinnovare un rapporto oramai stabile tra il Teatro Pubblico Pugliese e Taviano; Credo che questa stagione sia veramente di grande qualità, la stagione apre molto bene con Gianfranco Jannuzzo ‘Cercasi tenore’ è uno spettacolo diverso da quello che lui normalmente fa, perché lui, interprete straordinario di monologhi, questa volta invece si esibisce in uno spettacolo corale, ma molto divertente. Poi il 9 febbraio abbiamo ‘Di mamma ce n’è solo due’, con Paola Quattrini e Debora Caprioglio e con una bella regia, quindi il risultato è sicuro, il 21 febbraio Moliere ‘Il borghese e gentiluomo’ Venturiello e Tosca, coppia nella vita e a teatro che negli ultimi anni ha collezionato numerosi successi, poi sarà la volta di Peppe Barra, grande interprete che racconta una grande e bella storia di una grande città: Napoli, nostra capitale culturale, tra l’altro lui è anche un bravo musicista e ci darà un saggio della sua bravura nell’abito del teatro e della musica; chiudiamo con uno spettacolo che è una nostra soddisfazione di quest’anno: ‘Il vecchio e il mare’ prodotto da una compagnia pugliese che fa parte del nostro progetto ‘Teatri abitati’e devo dire che è uno spettacolo bellissimo, molto ben riuscito che è anche stato premiato a Milano, quindi è una soddisfazione del Teatro pugliese, Michelangelo Campanale, che è il regista ma è anche l’anima della Compagnia,ha costruito tantissimo, ha fatto tanto in questo comune piccolissimo di Ruvo di Puglia. Poi c’è questa attenzione, di cui ringrazio il Sindaco, alle Compagnie locali inserite nella stagione, alle quali noi teniamo molto, anche se il Consorzio non può aiutare queste Compagnie, però sa bene che l’affezione al teatro e il lavoro che si fa localmente è estremamente importante anche per le stagioni teatrali, sappiamo bene che l’amore per il teatro, il lavoro di base è dato dal lavoro che si fa con le compagnie locali.” Abbiamo posto al Presidente – che ha poi ricordato che proprio in data 12 Dicembre 2011 un salentino doc, Mario Perrotta, bravissimo attore, sarebbe stato premiato al Piccolo di Milano, con il premio Ubu, ‘un salentino che racconta il Salento in tutta Italia e anche all’estero‘, questo per dire che il teatro nel Salento è vivo, grida forte , si sente e ha anche degli esponenti importanti e riconosciuti oramai di innegabile fama – un’ulteriore domanda circa il futuro del teatro. Presidente, che spazio ritiene sia rimasto oggi per il teatro, visto il periodo caratterizzato da dilaganti tagli ovunque? C’è ancora uno spazio per il teatro? Quali sono le prospettive future? Noi abbiamo una grande fortuna, quella di avere amico il pubblico, perché ovviamente i tagli sono difficili da sostenere e ci saranno sempre di più, quindi noi dobbiamo cercare di andare verso il mercato, di conquistarci uno spazio nei confronti degli spettatori, quindi anche un credito e in questo siamo riusciti, perché lei sa benissimo che negli ultimi anni abbiamo superato le presenze del calcio (è vero che il calcio è calato, ma è vero pure che il teatro è cresciuto), quindi ci auguriamo almeno che il pubblico continui a sostenerci, certo non è un momento di cui possiamo essere soddisfatti, perché il taglio dei fondi pubblici non fa piacere e comunque in qualche maniera ci costringe anche a puntare di più sulla qualità e sul gradimento del pubblico ed è quello che stiamo facendo in questi anni, benchè non sia un processo facile da mantenere, diciamo che siamo soddisfatti dai risultati che otteniamo augurandoci che i Comuni abbiano maggiore attenzione per la cultura, perché poi significa non il pubblico, ma il cittadino del domani, è dare al cittadino la possibilità di crescere, di stare insieme in una maniera corretta e questo significa poi prevenire tanti altri problemi (delinquenza, ecc.) Quindi crede che il teatro sia terapeutico? Certo, certo che è così, perché crescere in cultura significa comunque dare una migliore società per il domani, quindi ci auguriamo di poterlo ancora condividere questo progetto, questa missione. L’ultimo intervento è stato quello del sindaco di Taviano Carlo Portaccio: “Noi riteniamo che in tempi anche così difficili, sia importante credere nella cultura, investire nel teatro, che è un veicolo di promozione sociale e culturale. Se Comuni, anche demograficamente più importanti, come Casarano e Gallipoli quest‘anno sono usciti fuori dal circuito del Teatro Pubblico Pugliese (per la presenza dei commissari e per le ristrettezze economiche), Taviano è stata una delle poche realtà comunali che hanno deciso di continuare a investire in questo senso, oggi, lanciando addirittura un segnale più forte, attraverso il mantenimento di prezzi bassi e accessibili a studenti (che avranno la possibilità di pagare l‘intero abbonamento soltanto 25,00 Euro), ai giovani e anche ai meno giovani e abbiamo deciso, seguendo la direzione della promozione del teatro, come momento di crescita fondamentale nella vita dei giovani, di regalare ai ragazzi di una casa famiglia di Taviano alcuni abbonamenti teatrali per questa rassegna 2012. Per quanto riguarda la stagione, abbondantemente ed esaustivamente illustrata dal Presidente T.P.P. Grassi, crediamo sia stata una scelta di qualità e crediamo molto anche in queste compagnie locali, come nell’artista Pisanello, cofondatore del gruppo Officicna Zoè e padre fondatore della rassegna musicale ’Santi canti’, inaugurata nel centro storico la scorsa estate e ora prossimo protagonista di Nefrhotel, e ancora nella Compagnia stabile della città di Taviano ’Neroghi T. Carluccio’ che in aprile rappresenterà ‘La locandiera’ di Goldoni, ma non solo vorrei ricordare che abbiamo ridato il via alla scuola comunale di teatro, gestita dall’Associazione Neroghi, con l’intento di avvicinare quanta più gente possibile al teatro”. La stagione di prosa al Teatro Fasano di Taviano inizierà quindi il 09 Gennaio 2012 e sarà palcoscenico capace di regalare tante emozioni diverse fino al 20 aprile, data dell’ultimo spettacolo cadeau, ad opera del teatro Solatia ‘Donne tra mito e tragedia’.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!