Maragliulo, nuova segretaria Spi Puglia

Massafra. Lascia l’incarico di segretaria generale dello Spi (sindacato pensionati) Cgil Lecce, che ricopriva dal 2005, per impegnarsi a livello regionale

MASSAFRA – Parità di genere nel sindacato Pensionati della Cgil Puglia con l’ingresso nella segreteria regionale di Rosanna Maragliulo. Pioniera nella rappresentanza femminile all’interno dei gruppi dirigenti della categoria dei trasporti Filt Cgil Lecce, Rosanna Maragliulo lascia ora l’incarico di segretaria generale dello Spi Cgil Lecce, che ricopriva dal 2005, per impegnarsi a livello regionale, al fianco del segretario generale SPI Puglia Vincenzo Valentino, e dei segretari regionali Rosangela Lisi e Beppe Barletta. L’elezione della nuova componente della segreteria regionale è avvenuta nella giornata di giovedì 24 novembre, durante la riunione del Comitato direttivo regionale che si è svolto nella sala congressi dell’Appia Palace Hotel a Massafra (Ta) e a cui hanno preso parte anche la segretaria nazionale dello Spi Carla Cantone e il segretario regionale della Cgil Nicola Affatato. “Rigore, trasparenza ed equità: questi sono valori che fanno parte del Dna dello Spi Cgil”, ha dichiarato la neoeletta Rosanna Maragliulo, nel ringraziare per la fiducia rinnovata nei suoi riguardi. “Anche in contesti economici, sociali e politici così difficili per il nostro Paese e per la nostra regione, il nostro sindacato non ha mai perso l’orientamento e gli obiettivi. La forza dello Spi Cgil sta nella piena condivisione delle scelte, nell’operare insieme, nell’attenzione e nella sensibilità verso tutte e verso tutti, nell’essere sempre uniti nella lotta per i diritti”. Un augurio accorato per il nuovo percorso arriva dalla segreteria confederale della Cgil Lecce: “Rosanna è da sempre un punto di riferimento importantissimo per la nostra Camera del lavoro – ha dichiarato il segretario generale Salvatore Arnesano – contribuendo in maniera fondamentale nel rafforzamento dell’azione confederale per la costruzione delle piattaforme rivendicative sulla negoziazione sociale, oggi più che mai necessaria per la tutela dei diritti delle fasce sociali più deboli”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!