In moto con la targa coperta, poi lo sparo. Ferito

Parabita. Colpito al fianco durante la corsa, è ricoverato al “Ferrari” di Casarano il 45enne protagonista di un rocambolesco inseguimento con in carabinieri

PARABITA – Dopo un inseguimento rocambolesco, il ferimento. Si trova ricoverato presso l’ospedale “Francesco Ferrari” di Casarano il 45enne di Alezio, R.L, che stamattina è stato protagonista, assieme ai carabinieri di Alezio e Parabita, di una scena da film. Il 45enne viaggiava a bordo di una moto di grossa cilindrata con la targa coperta da cellophane nero. Appena lo hanno notato, i carabinieri di Alezio gli hanno intimato l’alt, ma l’uomo ha proseguito la sua corsa, anzi ha accelerato la velocità. Per lasciarsi alle spalle i militari, il motociclista avrebbe imboccato diverse strade cittadine contromano fino ad uscire dal paese in direzione Parabita dove, in località Tuli, lungo la provinciale che collega Alezio a Parabita, un carabinieri ha sparato dei colpi in aria a scopo dissuasivo. Pare tuttavia che uno dei proiettili esplosi abbia rimbalzato sul terreno andandosi a conficcare nel fianco del fuggitivo. L’uomo è stato subito condotto in ospedale e non è in pericolo di vita.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!