La Filanto Volley abbatte l’Oplanti Vesuvio

I ragazzi di mister Licchelli asfaltano i campani dell'Oplanti per 3–0 interrompendo il trend negativo delle ultime uscite. Adesso la classifica sorride ai rossoblu.

Successo scaccia crisi per la Filanto Volley nel fortino del Tensostatico di Casarano. La vittima prescelta è l’Oplanti Vesuvio che incassa un sonoro 3 – 0 dai rossoblu di mister Licchelli con gli eloquenti parziali: 25-12, 25-18, 25-21. Una vittoria convincente che è come un vero elisir per i casarenesi, reduci da due sconfitte consecutive contro Aurispa Alessano e Acca Volley Montella e famelici di punti dinanzi al proprio pubblico. Il primo e il secondo set sono uno la fotocopia dell’altro sia per approccio che per ritmo e intensità. Mastropasqua (15 punti) e Durante (14p) si dimostrano gli uomini più determinanti della squadra i quali, a furia di schiacciate, trascinano il Casarano al trionfo della rinascita. La terza e decisiva frazione è più avvincente con i locali che si crogiolano e gli ospiti che tentano di approfittarne per rientrare clamorosamente in partita. Regna l’equilibro fino al 16 – 16, ma quando Cosi & soci decidono di porre fine alla consueta pausa della partita nella partita, chiudono la pratica con un break di 7 – 1 che manda in estasi i supporter rossoblu sancendo la terza vittoria stagionale dopo quelle ottenute sul Giotto Casoria e sul San Marzano. Il secco 3 – 0 finale e il bottino pieno che significa 9 punti in classifi ca e quinto posto in coabitazione del Cus Napoli, è la giusta iniezione di fiducia in vista del prossimo match in terra tarantina sul campo della Vibrotek Volley Pulsano, gara che precederà il derby tanto atteso tra Casarano e Squinzano in programma al Tensostatico tra quindici giorni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!