Droga addosso e in casa. In arresto due giovani

San Cassiano. Giovanni Negro è stato fermato in villa e perquisito; Antonio Monteduro rintracciato ore dopo mentre rincasava

SAN CASSIANO – L’operazione dei carabinieri di Nociglia si è svolta in due fasi, ognuna delle quali ha portato ad un arresto. In una prima fase, attorno alle ore 23.30, i militari hanno effettuato un normale controllo del territorio nei pressi della villa comunale di San Cassiano. Lì hanno fermato Giovanni Negro, 25enne del posto, trovato in possesso di 50 grammi di marijuana nascosti nel giubbotto. L’hanno pertanto condotto in caserma ed arrestato. Ma già durante la perquisizione di Negro, i carabinieri avevano notato dei movimenti sospetti ed in particolare un’auto che, alla vista dei militari, si allontanava velocemente.

Giovanni Negro

Giovanni Negro Così si sono messi sulle sue tracce. Attorno alle 2.30 sono riusciti a rintracciare Antonio Monteduro, 23enne anche lui di San Cassiano, mentre faceva ritorno a casa. Il giovane aveva parcheggiato l’auto in una strada poco lontano dalla propria abitazione. Addosso aveva solo qualche grammo di marijuana; ma in casa, a Botrugno, nascondeva 37,100 grammi di marijuana, 7,700 grammi di hashish e 2,100 grammi di semi di cannabis indica, oltre a materiale per il confezionamento ed un bilancino digitale, tutto all’interno della sua camera da letto. Lì i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato anche 170 euro, provento dell’attività di spaccio della serata.

Antonio Monteduro

Antonio Monteduro I due giovani sono stati arrestati per detenzione illecita di sostanza stupefacente al fine di spaccio e condotti presso la casa circondariale di Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!