Scooter contro il muro. 17enne muore sul colpo

Gallipoli. Vittima dell’incidente, Roberta Izzo. Alla guida un amico 19enne senza patente

GALLIPOLI – Sul luogo dell’incidente i carabinieri hanno rinvenuto un solo casco protettivo. E potrebbe essere stata questa la causa, letale, del decesso di una 17enne, Roberta Izzo, alle 2 della notte tra sabato e domenica, a Gallipoli. La ragazza si trovava a bordo di una scooter, un Mtk 300, guidato da un amico, di 19 anni, senza patente. Il ciclomotore, infatti, apparteneva ad un terzo giovane, che l’aveva prestato proprio perché il 19enne accompagnasse a casa la ragazza. Ma, per causa ancora da accertare – a quell’ora le strade erano certamente sgombre – lo scooter si è schiantato contro il muro di cemento che costeggia la strada. Roberta è morta sul colpo. L’amico alla guida ha riportato un trauma cranico ma è fuori pericolo. Ora il corpo della 17enne si trova nella camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, a disposizione dell’autorità giudiziaria, in attesa che la Procura autorizzi gli accertamenti. L’amico intanto, che si trova presso il reparto di Chirurgia dell’ospedale di Gallipoli, sarà sottoposto l’alcoltest per verificare se guidasse in condizioni di alterazione psicofisica.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!