La Puglia dell’aerospazio vola a Torino

Tra le nove aziende che partecipano alla borsa Aerospace & Defence Meetings, anche le salentine Giannuzzi srl di Cavallino e Karborek Spa di Martignano

La Regione Puglia vola a Torino con il Distretto Aerospaziale Pugliese e nove imprese dell’aerospazio, tra cui le salentine Giannuzzi srl di Cavallino e Karborek Spa di Martignano, per partecipare all’Aerospace & Defence Meetings, oggi e domani negli spazi dell’Oval Lingotto Fiere. Si tratta della più importante borsa d’affari in Italia, nella quale è possibile incontrare fornitori e committenti provenienti da tutto il mondo per rafforzare le opportunità di collaborazione già avviate ed esplorare nuovi mercati e nuovi prodotti in campo aeronautico, civile e militare. L’evento, giunto alla terza edizione, si svolge ogni due anni a Torino. Qui riunisce le più importanti imprese del settore aeronautico e spaziale. Possono partecipare aziende di ogni dimensione, dalle piccole alle grandi, che operano nei comparti della componentistica elettronica-meccanica, del design, dei materiali compositi, dei tessili tecnici, delle tecnologie laser, delle telecomunicazioni, oltre che dei trattamenti superficiali e della manutenzione. La Regione Puglia, forte del successo dell’edizione di due anni fa che registrò la presenza di oltre 400 imprese di 24 Paesi, e di più di 7mila incontri d’affari, partecipa anche quest’anno con uno spazio espositivo istituzionale che viene messo a disposizione delle imprese per gli incontri con gli operatori internazionali. E non solo: ogni azienda infatti potrà usufruire di uno spazio di lavoro personalizzato e dei servizi di interpretariato. Il tutto organizzato grazie al supporto operativo dello Sprint Puglia, lo Sportello regionale per l’internazionalizzazione delle imprese, che offre alle aziende anche assistenza tecnica in loco. L’obiettivo è sostenere l’apertura internazionale delle imprese pugliesi in settori strategici come l’aerospazio, un comparto per il quale il “Programma di promozione dell’internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali” prevede per quest’anno un articolato piano promozionale fatto di ben nove appuntamenti. A sottolinearlo è la vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone: “L’aerospazio è uno dei settori che la Regione sostiene da anni con grande impegno perché è tra i più strategici per la Puglia. Le nostre politiche di accompagnamento alle imprese e al Distretto Aerospaziale pugliese ci hanno portato a grandi risultati sul fronte delle esportazioni. Nei primi sei mesi del 2011 mentre in Italia l’export è cresciuto dell’8,6%, in Puglia l’aumento è stato del 32,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Così la nostra regione contribuisce per il 7% al risultato esportativo nazionale, un dato che intendiamo rafforzare ulteriormente”. Le imprese e il Distretto Aerospaziale Pugliese si presenteranno agli operatori esteri come partner specializzati, affidabili e competitivi. Lo faranno nel corso di numerosi incontri b-to-b sia oggi sia domani, quando è prevista anche la conferenza internazionale dal titolo “The Future of Aerospace – Unmanned vehicles & systems (dalle ore 9,00 alle 17,00). Oltre alla borsa, infatti, l’evento torinese offre un ricco calendario di conferenze e workshop e soprattutto la possibilità per le imprese di partecipare a sessioni organizzate dai grandi gruppi internazionali in cui vengono spiegate le politiche e le strategie adottate dagli stessi gruppi per la subfornitura. Partecipano all’Aerospace & Defence Meetings, oltre al Distretto Aerospaziale Pugliese, le imprese T.R.E. D Srl di Molfetta (Bari); Sitael Aerospace di Modugno (Bari), Giannuzzi srl di Cavallino (Lecce); Processi Speciali Srl di Brindisi; Sistemi Software Integrati di Taranto; AGE di Brindisi; Karborek Spa di Martignano (Lecce); OMA di Mesagne (Brindisi) e Salver Spa di Brindisi.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!