Nardò: il neo segretario generale è Franco Bellante

Tra le polemiche dell’ex Fernando Venneri e le smentite del presidente Oronzo Russo, Franco Bellante è il nuovo segretario generale del Nardò

Era già nell’aria, ma adesso è ufficiale. Franco Bellante è il nuovo segretario generale del Nardò Calcio. L’incarico affidato all’esperto e navigato dirigente ha rilevato l’ormai ex Fernando Venneri, che piccato della scelta fatta dalla società granata non le manda a dire: “Ero tornato in questa piazza con grande piglio ed entusiasmo e quando qualcuno aveva già scelto il mio sostituto nessuno ha fatto a per trattenermi. Mi aspettavo almeno una telefonata. Dichiarazioni al veleno che però non trovano riscontro con quelle del presidente del Toro Enzo Russo il quale, presso la sala stampa Ennio D’Elia ha dato una versione contrastante alla vicenda:” Il Nardò è Venneri si sono lasciati consensualmente e non ci sono mai state delle frizioni in questo senso. Già da un mese il nostro ex segretario aveva preso accordi con il Brindisi in merito ad una proposta economica vantaggiosa. Per cui ci tengo a precisare che il Nardò non ha mandato via Venneri. Anzi, colgo l’occasione nel ringraziarlo per impegno e professionalità messa a servizio durante la sua parentesi granata”. I riflettori puntati sull’ambigua vicenda non rubano comunque la scena all’investitura di Bellante che ringrazia la società per aver puntato su di lui promettendo disponibilità nei confronti della stampa e del Nardò. L’arrivo del dirigente coincide con un paio di operazioni di mercato portate a termine. I nuovi tesserati rispondono ai nomi di Alessandro Nico,terzino destro classe ’92, e quello dell’argentino Oscar Chiaraviglio, attaccante di fascia di anni trenta.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!