Opere edili abusive. Professionista denunciato per danneggiamento

Galatone. A farne le spese la chiesa seicentesca di “San Pietro in Vincoli”

GALATONE – Un 50enne di Galatone è stato denunciato in stato di libertà dai carabinieri della locale stazione per aver danneggiato l’esterno della chiesa di “San Pietro in Vincoli”. Il monumento, situato in via del Mare, risale al 1600 ed è inserito nel patrimonio archeologico, storico e artistico nazionale dei Beni Culturali di proprietà della Curia diocesana Nardò-Gallipoli. L’uomo, un libero professionista, avrebbe così violato il Testo Unico sull’Edilizia. Secondo le ricostruzioni dei carabinieri, il 50enne, senza le necessarie autorizzazioni, tra cui il parere della Soprintendenza delle Belle Arti, avrebbe commissionato opere edilizie che hanno alterato la struttura della Chiesa. In particolare durante i lavori sarebbe stata danneggiata una pietra carparia del 1600, nella realizzazione di un’opera in cemento armato all’ingresso della Chiesa; inoltre sarebbero stati effettuati lavori di rifacimento della pavimentazione che contorna la Chiesa stessa.

Galatone, chiesa danneggiata

I conci leccesi originali sarebbero stati asportati e sostituiti, allo stato attuale, da una rampa eseguita in conci di tufo locale, il tutto alterando il sito originario.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!