Bancarotta fraudolenta. In semilibertà

Tricase. Rocco Antonio Aretano dovrà espiare la pena di un anno e quattro mesi

TRICASE – Deve scontare una pena di un anno e quattro mesi di reclusione per bancarotta fraudolenta. Rocco Antonio Aretano, 38enne di Tricase, arrestato ieri dai carabinieri del posto. I militari hanno eseguito un ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di semilibertà emesso dalla Procura della Repubblica di Lecce. Il fatto di cui Aretano è accusato si è verificato nel marzo del 2007 ad Alessano quando l’uomo, amministratore di una società a responsabilità limitata che si occupava di produrre e commercializzare infissi e porte, distrasse un’ingente somma di denaro – oltre 50mila euro – al fine di sottrarla ai creditori per trarne un profitto personale. Al termine del procedimento penale, il 14 gennaio scorso, la sentenza di condanna emessa dal gup presso il Tribunale di Lecce è divenuta definitiva e Aretano, che deve ancora espiare l’intera pena, è stato associato alla casa mandamentale di Maglie dove dovrà trascorrere, in regime di semilibertà, il periodo della condanna.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!