'Back to the future'. Giovani europei a Specchia

Specchia. Il progetto è realizzato dalla collaborazione tra l’associazione “Eventi d’Autore” ed il Cts di Lecce

SPECCHIA – 50 giovani fra i 18 e i 25 anni, provenienti dalla Comunità europea saranno a Specchia da domani al 14 ottobre. E’ l’esito del progetto “Back to the future”, realizzato nell’ambito del Programma Gioventù in Azione 2007-2013 dall’Agenzia nazionale italiana per i giovani. Il gemellaggio con i Paesi di origine dei ragazzi, Romania, Bulgaria, Ungheria, Grecia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Francia e Italia, è organizzato dal CTS – Centro Turistico Studentesco Lupiae di Lecce, in collaborazione l’associazione “Eventi d’Autore”, presieduta da Maria Bruno. La partnership tra il CTS Lupiae di Lecce e il sodalizio specchiere ha già permesso l’attuazione dal 16 al 23 giugno scorso, del progetto “YouThink”, che portò a Specchia 25 giovani, sempre tra i 18 e i 25 anni, provenienti da Ungheria, Lettonia, Malta, Estonia e Polonia. Con l’attuazione di “Back To The Future”, lo staff del CTS ha deciso di affrontare una tematica di scottante attualità: le opportunità che i giovani hanno nella costruzione di una propria carriera, che usufruisca dell’aiuto offerto da un piano di governo locale o nazionale frutto del proprio sforzo intellettuale e della messa a punto di talenti innati. “Gioventù in Azione 2007-2013” è un programma della Commissione Europea – Direzione Generale Istruzione e Cultura. In Italia è attuato dall’Agenzia nazionale per i giovani. Un programma di educazione non formale, che promuove progetti europei di mobilità giovanile internazionale di gruppo e individuale attraverso gli scambi e le attività di volontariato all'estero, l'apprendimento interculturale e le iniziative dei giovani tra i 13 e i 30 anni. Gli obiettivi generali prevedono di promuovere la cittadinanza attiva dei giovani e la cittadinanza europea; sviluppare la solidarietà e promuovere la tolleranza, in particolare per rafforzare la coesione sociale dell'Unione europea; contribuire allo sviluppo della qualità dei sistemi di sostegno alle attività dei giovani ed allo sviluppo della capacità delle organizzazioni della società civile nel settore della gioventù.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment