In fila per l’esenzione ticket. Povero: ‘Altri sportelli’

Lecce. La consigliera comunale del Pd chiede a Mellone di impegnarsi per risolvere il problema

LECCE – Fanno file di ore pur avendo, in molti casi, età avanzata. Attendono, molte volte a partire già dalle 6 del mattino, di poter consegnare la richiesta di esenzione ticket, davanti all’ex Ipam. Una fatica che sopportano pur di poter risparmiare sulle spese che sono loro malgrado costretti a sopportare, a causa dell’età o di particolari condizioni di salute. E’ sui cittadini, più o meno anziani, in attesa davanti allo sportello di esenzione ticket che la consigliera comunale del Pd Paola Povero ha voluto puntare l’attenzione nelle scorse ore. “È vergognoso costringerle a file estenuanti fin dalle prime ore del mattino per richiedere l'esenzione dal ticket”. Una situazione che definisce “inaccettabile”, soprattutto in considerazione delle temperature che si apprestano a diventare sempre più inclementi, con la stagione invernale ormai alle porte. L’appello della consigliera è dunque al direttore generale della Asl di Lecce Valdo Mellone, “affinché si possa giungere al più presto all'attivazione di almeno altri due sportelli per la presentazione della domanda di esenzione, ponendo così rimedio ad una situazione che in queste condizioni assume i connotati di un bassissimo livello di civiltà”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment