Fenomeno rom. Corso per operatori anche a Lecce

Lecce. L’obiettivo è costruire una rete fra soggetti pubblici e privati e migliorare così le attività finalizzate all’inclusione. Verranno coinvolte 14 province

LECCE – C’è anche Lecce tra le 14 province interessate dai i corsi di formazione nell’ambito del progetto “Accrescere le competenze degli operatori sul fenomeno Rom”, presentato dal dipartimento Libertà civili e immigrazione del ministero dell’Interno e finanziato dal Pon Sicurezza. I seminari partiranno in autunno. Dopo lo svolgimento dell’attività preparatoria che ha portato all’individuazione dei soggetti che verranno coinvolti nell’attività di formazione, si prevede a breve l’avvio dei corsi che si svolgeranno, oltreché in quella di Lecce, anche nelle province di Bari, Foggia, Napoli, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Agrigento, Catania, Palermo, Siracusa e Messina. L’attività di formazione sarà a cura della ‘Nova Onlus Consorzio di Cooperative Sociali’, società cooperativa sociale, aggiudicataria della gara, che si avvarrà delle imprese consorziate ‘Comunità San Francesco Cooperativa Sociale Onlus’, ‘Agorà Kroton Società Cooperativa Sociale’, ‘Utopia Società Cooperativa Sociale Onlus’ e ‘Parsec Consortium Società Cooperativa Sociale’. L’obiettivo del progetto è far nascere una rete operativa e culturale tra gli operatori pubblici (personale dirigente ed assistenti sociali delle prefetture, rappresentanti degli enti locali) e gli operatori privati appartenenti alle realtà del terzo settore (volontariato, associazionismo e cooperazione sociale), impegnati intorno al fenomeno Rom nelle quattro regioni Obiettivo Convergenza. Il Programma ha sostenuto la proposta progettuale – che rientra nell’Obiettivo Operativo 2.6 ‘Contenere gli effetti delle manifestazioni di devianza’- con un finanziamento di 936.720,00 euro. Il progetto si articolerà in diverse attività. Oltre ai percorsi formativi sul fenomeno Rom in Italia, che affronteranno aspetti di carattere storico, socio-antropologico, economico, normativo e comunitario è prevista anche la realizzazione di reti territoriali sul tema delle politiche di inclusione dei Rom avviate nelle regioni Obiettivo Convergenza, promozione e diffusione delle buone pratiche e realizzazione di attività di sensibilizzazione, comunicazione e promozione degli interventi di sistema avviati dal Pon Sicurezza, con particolare riguardo agli investimenti relativi al miglioramento della gestione dell’impatto migratorio. A breve è prevista anche l’attivazione del sito dedicato al progetto www.cominrom.it. Articoli correlati: La Regione Puglia contro le discriminazioni verso i Rom Dosta! Stop ai pregiudizi

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment