Puglia, sounds good

Roma. Una piazza del Salento nella capitale. Da oggi e fino al 10 settembre l’auditorium del Parco della musica suonerà e ballerà salentino

ROMA – E’ Roma o è il Salento? Dall’8 al 10 settembre sarà difficile coglierne la differenza. La cavea dell’auditorium Parco della Musica di Roma si trasformerà infatti in una piazza del Salento con cassa armonica e luminarie della ditta “Fratelli Parisi” di Taurisano. Parte “La Puglia suona bene”, tre giorni dedicati alla musica pugliese, organizzati da Puglia Sounds e Fondazione Musica per Roma. Il primo risultato del protocollo d’intesa tra Puglia Sounds e Fondazione Musica per Roma arriva dopo poco più di un anno dalla firma. “L’accordo con il Parco della Musica – ha detto l’assessore alle Attività culturali, Silvia Godelli – porta la Puglia a collaborare con quella che è diventata una delle maggiori istituzioni musicali e culturali del Paese. E’ un premio di qualità, un traguardo per Puglia Sounds, che è nata con una duplice specificità: quella di importatrice di eventi e di esportatrice della musica pugliese sui grandi mercati europei. L’accordo non è un atto isolato, episodico, ma serve a promuovere la musica in un momento in cui la cultura in questo Paese è sotto attacco”. Carlo Fortes, amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma, ha ricordato come “l’esperienza di Puglia Sounds sia unica in Italia e che anche le altre regioni dovrebbero dotarsi di strutture simili. La cavea dell’Auditorium sarà uno spazio aperto, con il prezzo popolare di 5 euro, dove ballare e muoversi”. Il costo del biglietto sarà l’unica forma di cofinanziamento previsto dall’accordo con gli enti pugliesi: tutti gli eventi, compreso il concerto conclusivo di Caparezza all’accademia di Santa Cecilia, saranno prodotti da Musica per Roma. “Il Teatro pubblico pugliese – ha concluso Godelli – è ormai un soggetto istituzionale per la Regione per realizzare i progetti di spettacolo dal vivo e Puglia Sounds è un suo rilevante ramo di impresa”. “E per questo – ha chiuso Carmelo Grassi, presidente del Tpp – siamo sempre più convinti che in Puglia non ci siano solo difetti, ma anche eccellenze da esportare”. Il programma su www.auditorium.it e su www.pugliasounds.it

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment