Basket. La Puglia in rosa veste l’azzurro

Le pugliesi Diene, Masoni e Tagliamento hanno raccolto successi e soddisfazioni con la maglia delle rispettive Nazionali

E' il basket femminile a portare alta la bandiera del basket pugliese in Europa e nel Mondo. C'è il Cras Taranto ormai realtà consolidata, ma c'è anche un pugno di ragazze che gradino dopo gradino partendo dalla Puglia hanno saputo conquistarsi anche la mitica maglia azzurra. Sulle orme di Valentina Siccardi, unica pugliese in Nazionale A, crescono giovani talenti come Nene Diene, Marta Masoni e Marzia Tagliamento. Il risultato più fresco è quello ottenuto dalla più giovane della tre, Marzia Tagliamento, brindisina classe '96, che in Nazionale under 16 all'esordio nell'Europeo 2011 di Cagliari è tornata a casa con una la medaglia di bronzo al collo. “E' emozionante scendere in campo con la maglia della Nazionale – racconta la Tagliamento provando a fare un bilancio della manifestazione di Cagliari – la pesantissima sconfitta contro la Spagna (27-87) alla prima gara è stata l'occasione preziosa perché tutto il gruppo, ed io per prima, imparasse a rialzarsi dopo una caduta, da quel momento abbiamo affrontato le gare con il giusto approccio”. Tesserata con la Futura Basket Brindisi, nella nuova stagione Marzia Tagliamento farà parte dell'organico di College Italia in A2. Il basket pugliese in rosa questa estate stava già raccogliendo grandi soddisfazioni con la leccese Nene Diene convocata al Mondiale under 19 in Cile in veste di capitano. Classe '92, Diene è nel giro della Nazionale già dallo scorso anno, quando sotto la guida di coach Lucchesi ha portato a casa la medaglia d'oro all'Europeo U18 in Spagna: “La maglia azzurra è qualcosa che si sogna sin da bambini – dice Nene Diene – e partecipare ad un Europeo e ad un Mondiale è un'emozione travolgente”. In particolare l'esperienza cilena è stata per la salentina un momento di grande crescita e assunzione di responsabilità: “Diventare capitano è stato un momento difficile, ma altrettanto bello, che ho potuto affrontare anche grazie alla vicinanza di alcune compagne di squadra; il basket conosciuto al Mondiale è stato del tutto nuovo, ho avuto la fortuna di giocare contro ottime giocatrici e conoscere realtà lontane ed interessanti”. A chiudere il terzetto delle giovani azzurre pugliesi c'è Marta Masoni, tarantina di 18 anni e già una carriera da raccontare. Protagonista del salvataggio in A2 del College Italia, la giocatrice jonica non solo ha dato man forte al Mondiale U19 in Cile, chiuso al decimo posto, ma si è anche aggregata subito dopo con la selezione under 18 per l'Europeo in Romania. “Lo scorso anno come pugliesi siamo stati orgogliosi della storica medaglia d'oro di Nene Diene e Marta Masoni – dice la presidente del Comitato Fip Puglia, Margaret Gonnella – quest'anno con il bronzo di Marzia Tagliamento la Puglia ha continuato a raccogliere risultati importanti ad ottimi livelli, senza dimenticare le ottime prestazioni della Diene, neo capitano, e della Masoni in giro per il Mondo: il basket pugliese in rosa potrà ancora regalarci grandi soddisfazioni anche grazie a loro”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!