Amministrative. Pd, riunione in vista per fare il punto

Lecce. Sulla scelta del candidato, il segretario provinciale del Partito democratico Salvatore Capone ribadisce la necessità di fare la volontà dei cittadini

LECCE – Dopo una breve pausa estiva, è riesploso, più forte di prima, il dibattito sulle prossime Amministrative nel Comune di Lecce, con relativi tormentoni su primarie, toto-candidature e simili. In questa situazione in cui tutte le ipotesi sembrano plausibili, il segretario provinciale del Pd Salvatore Capone ritiene utile fare il punto. Una cosa è fuor di discussione: il ricorso alle Primarie per l’individuazione della candidatura che rappresenti al meglio il partito. “Abbiamo visto molti nomi circolare sui media – ha dichiarato Capone -: autorevolissimi dirigenti del Partito Democratico leccese ed esponenti della società civile. Si tratta di altissime personalità, a cominciare dalla vicepresidente della Regione Puglia Loredana Capone, che a nostro parere sarebbero in grado di rappresentare prestigiosamente sia le idee ed i valori che accomunano il centrosinistra leccese che, più in generale, la città di Lecce. Ma è il partito ad essere deputato alle scelte. Nei prossimi giorni, quindi, si riunirà l'intero gruppo dirigente del Partito Democratico leccese, allo scopo di tirare le somme di una riflessione già in atto da tempo ed assumere collegialmente ogni decisione, anche in merito alle candidature”. Tempo al tempo, dunque. E soprattutto la massima considerazione della volontà dei cittadini. Solo dopo ciò il gruppo dirigente del Pd si riunirà per una riflessione sui nomi da chiamare direttamente in ballo nella gara elettorale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment