Notte della Taranta. Controlli antidroga serrati

Melpignano. Bollettino del concertone: 23 giovani segnalati; hashish, marijuana e cocaina sequestrati; tre patenti ritirate. Ed un giovane denunciato per spaccio

MELPIGNANO – E’ stata una “Notte della Taranta” controllatissima. Nell’ambito dell’operazione “Estate sicura” infatti i finanzieri hanno potenziato le verifiche anche in occasione del concertone finale della rassegna musicale della Grecìa salentina, predisponendo un piano straordinario di attività che ha preso il via già nella mattinata del 27 agosto presso la stazione ferroviaria ed il foro Boario di Lecce. Supportati dai cani antidroga “Valex” e “Laga” le fiamme gialle hanno sorpreso 23 giovani, poi segnalati alle autorità competenti, in possesso di altrettante dosi di hashish e marijuana e cocaina detenute per uso personale. Sono stati pertanto sequestrati, complessivamente, 0,8 grammi di cocaina, 24,4 grammi di hashish e 36,80 grammi di marijuana e ritirate tre patenti di guida. Nei confronti di un giovane residente a Lecce, è scattata la perquisizione domiciliare che ha portato al rinvenimento e al contestuale sequestro di 24,8 grammi di hashish e di un bilancino di precisione. Sentito il pm di turno, il ragazzo è stato poi denunciato a piede libero per spaccio di sostanze stupefacenti. Nell’area dove di svolgeva l’evento sono stati effettuati numerosi controlli in materia di rilascio dello scontrino fiscale ed abusivismo commerciale. I controlli hanno permesso di contestare 17 mancate emissioni dei necessari documenti fiscali. L’operazione è stata condotta da militari della Tenenza di Maglie supportati da pattuglie delle Compagnie di Lecce, Otranto, Gallipoli e dalla Tenenza di Casarano.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment