Premio alla moda. In passerella il made in Salento

Lecce. Una sfilata ed un premio fuori dal coro. Targati Giovani e Barocco, di Damiano Vicentelli. Per promuovere le produzioni locali

LECCE – La stagione dei concorsi di bellezza nazionali ed internazionali è ormai pienamente avviata. Difficile sottrarsi agli eventi. Giovani dalle misure perfette e dalle curve mozzafiato si susseguiranno nelle prossime settimane sulle più famose e storiche passerelle finendo fin dentro le case degli italiani ed anche oltre. Impossibile sfuggire all’“impegno” di scegliere la propria preferita e magari anche televotarla cercando di contribuire al suo successo. Da Miss Italia a Miss Sorriso fino alle fasce più originali, tante fasce e tanti titoli, spesso dimenticati già il giorno dopo la premiazione. Eppure le sfilate e la passerelle non sono tutte uguali. C’è una manifestazione in particolare, l’evento “Premio alla moda Giovani e Barocco”, che dalle altre si distingue. Intanto per la finalità: premiare a sostenere le produzioni locali. Non sono quindi i corpi statuari delle modelle a dover passare ai raggi x dei presenti (ma chi dice che non lo facciano ugualmente?) ma gli abiti da queste indossati. Un capovolgimento di punto di vista tutt’altro che scontato. Ecco spiegato il successo della manifestazione del 5 agosto in piazza Sant’Oronzo a Lecce che ha mostrato ai numerosi presenti le eccellenze dei sarti e dei nuovi creativi di moda made in Salento ricevendo, per l’occasione, la medaglia di rappresentanza del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. L’evento è un’idea di Damiano Vicentelli. Alla kermesse del fashion system salentino è stato esibito il beachwear più costoso al mondo, realizzato dalla Diamond Couture e le principali eccellenze sartoriali del comparto moda. Presentatori della serata, gli attori Beppe Convertini e Nadia Carbone con Angelica Gianfrate ed il giornalista Bruno Conte. Le top model che hanno sfilato, tutte salentine, hanno indossato le creazioni dei sarti, stilisti e fashion designer locali. Inoltre nel corso della serata sono state messe in onda alcune proiezioni video per promuovere e valorizzare il territorio e alcune attività produttive locali. La giuria del concorso ha eletto la studentessa liceale Serena Colazzo quale Miss Tacco d’Italia, Elena Labyak quale Miss Premio alla Moda Giovani e Barocco e Sara Lippolis come Miss Lukrezia Gioielli. Quest’ultima sarà la testimonial pubblicitaria per la famosa azienda leccese di Giuseppe Bove. Il Premio alla moda Giovani e Barocco è stato assegnato al sarto Giuseppe Cardilli Valens di Venosa (Potenza) e all’emergente Massimo Orsini. Il Premio alla moda Giovani e Barocco alla carriera è andato al sarto internazionale Salvatore Fantastico di Kastrom, noto come il sarto delle dive. 05/08/2011 Moda sotto il barocco LECCE – Una serata all’insegna della moda salentina, quella dedicata a Lecce, in piazza sant’Oronzo, al “Premio all’Alta Moda Giovani e Barocco”, ideato dall’omonima associazione di Damiano Vicentelli. Il sipario si alzerà alle 21,00 ed insieme alle creazioni dei maestri dell’arte sartoriale del leccese – Salvatore Solombrino, Giuseppe Ramundo “Geppino”, Giuseppe Cardilli Valens, Antonio Extempore, Paolo Monittola, Barbara De Prezzo, Grazia Marulli, Massimo Orsini, Daniele Maria Ramundo, Kalubra, Doriangrè Les Sacs, Lukrezia gioielli, Marielisa Russo – la Diamond Couture, ospite della serata di Gala, presenterà in anteprima nazionale il beachwear sposa più costoso al mondo. Da un’idea dei due giovani stilisti Pietro Demita e Silvana Persano nasce questa cascata di cristalli, oro bianco diamantato e pietre preziose, abbagliante e seducente; per realizzarla modellisti, ricamatrici e sarti hanno lavorato più di due settimane. Tanto ci è voluto perché la creazione, per effetto e suggestioni, eleganza e stile sorprendente, somigliasse all’aurora boreale. Il bianco, però, s’intende, resta quello della pietra del Salento e l’argento quello delle stelle nel cielo d’agosto. Partner dell’evento saranno la Scuola di moda Rosanna Calcagnile e l’accademia di estetica Anna Chiriatti. Testimonial l’attrice Nadia Carbone. L’evento rientra nella rassegna “Mediterranea” del Comune.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!